FiberStrobe, giocare con le fibre ottiche


Per la fotografia macro è spesso necessario utilizzare flash anulari o più unità per riuscire ad illuminare correttamente il soggetto dello scatto.

Il tedesco Marcell Nikolausz si diverte a sperimentare le possibilità che le fibre ottiche ci possono offrire ed è riuscito a realizzare qualcosa di particolarmente interessante. Si chiama FiberStrobe e lo vedete in copertina anche se in realtà somiglia molto ai tentacoli di un calamaro.

Sulla testa del flash ha posizionato un semplice adattatore da cui partono fasci di fibre ottiche che poi si infilano all'interno di tubi snodabili, che ricordano un po' le gambe dei gorillapod. All'altro estremo ha collegato ogni tipo di modificatore di luce per dimostrare la versatilità del suo design. L'idea per chi fotografa in modalità macro perché consente di suddividere e gestire nel modo più opportuno la luce di un normale flash la cui potenza è più che sufficiente per questo genere di scatti. Se siete interessati a questo FiberStrobe potete sfogliare la galleria con gli scatti di Marcell.

Via | Strobist

  • shares
  • Mail