Canon EOS 600D, la prova di DxOMark


Recentemente Canon ha annunciato la sua nuova reflex entry-level Canon 600D che per ora affianca, fino alla fine delle scorte, la Canon 550D.

Le differenze sono piuttosto limitate come abbiamo avuto modo di esporre in occasione del lancio del prodotto e questa nuova reflex si può considerare un po' la fusione fra la 550D e la 60D. DxoMark ha provato a mettere a confrontare la nuova arrivata con alcuni modelli paragonabili della concorrenza.

Rispetto alla Sony SLT A55 ed alla Nikon D5000, la 600D è piuttosto penalizzata nella gestione delle aree poco illuminate alle impostazioni iso più basse ed in effetti i risultati fino a iso 400 si trovano di 1EV sotto alla concorrenza. Nella gestione del rumore e della sensibilità ai colori anche la A55 è risultata, lievemente, superiore. Da notare che questo modello deve scontare un perdita di luce del 33% dovuta allo specchio traslucido.

Se si confrontano i dati con quelli rilevati utilizzando una 550D si ottengono i medesimi valori. Un fatto che conferma l'uso dello stesso modello di sensore per entrambe le reflex Canon. La 600D è sicuramente un passo avanti rispetto al precedente modello, ma solo per le caratteristiche secondarie. Una piccola evoluzione in attesa di una rivoluzione portata da sensori più sensibili.

Via | DxOMark

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: