Il bokeh, che cos'è e come si usa


Cos'è il bokeh? Molti di voi lo sapranno già, ma per i neofiti, possiamo definirlo in generale come la resa delle aree fuori fuoco di una immagine. Aree che si sceglie di sfocare di proposito, in modo da esaltare il soggetto a fuoco e dare all'immagine un'atmosfera particolare.

In queste aree sfuocate, una resa speciale la hanno le luci che, a seconda della correzione dell'aberrazione sferica dell'ottica usata, possono risultare in quello che viene definito "buon bokeh" dei punti di luce sfocati e diffusi e nel "cattivo bokeh" dei cerchi luminosi con bordi piuttosto marcati.

Non volendo definire ora quale sia il migliore è però interessante considerare come, con un po' di creatività, anche un bokeh tecnicamente non ottimo può essere utilizzato per ottenere immagini interessanti.

Un' idea molto originale è venuta ai ragazzi di DIYPhotography che, con l'ausilio di un tappo costruito con del cartoncino, al centro del quale è stata ritagliata una forma, sono riusciti a dare ai "dischetti di luce", caratteristici del bokeh, la forma desiderata. I cuori e le stelle sono quelli fino ad ora più quotati ma qui possiamo vedere che altre forme possano avere un'ottima resa.

Per provare è necessario avere un obiettivo dalla grande apertura di diaframma (consigliati per il rapporto qualità prezzo i Canon 50mm 1,8 e 1,4) e del cartoncino nero.

Attendiamo le vostre sperimentazioni.

foto | annia

  • shares
  • Mail