I rischi del mestiere su una pista di atletica

mondiali atleticaSe penso a una situazione sicura, con pochissimi rischi per un fotografo professionista, tra queste c'è di sicuro una gara di atletica. Relativamente tranquilla, almeno a quanto racconta uno dei blog della Reuters. Date un'occhiata alla foto che hanno pubblicato: obiettivo spezzato alla base, e moncherino incastrato dentro al corpo macchina. Come e dove è successo? Ai mondiali di atletica di Daegu, in Corea del Sud. Cosa ha provocato il danno? Un lanciatore del martello.

Coprire una gara di atletica non dovrebbe metterci in pericolo di vita, giusto? Così pensavamo! Utilizzando macchine comandate a distanza posizionate in vari punti della pista e del campo, ne avevamo messa una sul retro della "gabbia" nella quale avrebbero gareggiato i lanciatori del martello per la finale.

Al momento della finale c'erano circa venti macchine, piazzate lì dietro, quando a un giovane atleta polacco è scivolato, lasciandosi sfuggire il martello, lanciandolo sul retro della gabbia. Qual che è seguito è stato uno strike degno di una pista di bowling, ha spazzato via metà delle macchine in un colpo solo.

Un collega di un'altra agenzia, che stavo seduto dietro la "gabbia" è stato quasi preso in pieno dal martello (...) a nessuno di noi era mai capitato nulla del genere.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: