"Ground 0 - La realtà distorta dell'11/9" da New York a Roma

white-wall_ground-0_Laura-Croce_Ashanti-Galleria-Roma

Manca solo qualche giorno all’11 settembre 2011, allo scoccare di un decennio trascorso dal fatidico 11 settembre 2001, e segnato dal crollo di certezze, simboli ed ideali, venuti giù insieme alle Torri Gemelle, non solo negli Stati Uniti d’America.

Ovunque infatti sono già tutti pronti a celebrare un decennale che ha segnato le sorti del mondo intero, con contributi diversissimi tesi a ricordare, riflettere e ricostruire quello che è andato distrutto, e che Laura Croce inquadra con i paesaggi sfocati e deformati di "Ground 0 - La realtà distorta dell'11/9".

Una mostra che mette a fuoco il vuoto lasciato dalle Twin Towers e l’assenza che aleggia nel World Trade Center di Manhattan, attraverso sette fotografie volutamente ‘sfocate’ del cantiere della nuova Freedom Tower in costruzione, metafora di una visione del mondo deformata.

Ground 0
Ground 0 Ground 0 Ground 0 Ground 0

Fotografie che ci portano


Lì, dove giorno dopo giorno si eleva la Freedom Tower, le reti protettive intorno al cantiere sfumano le linee del paesaggio e di tutto ciò che lo abita, dalle macchine alle bandiere e allo skyline, permettendo alla fotografia di cogliere ciò che l’occhio è impossibilitato a vedere: la mancanza di contorni e di compiutezza di quello che appare come il non-luogo per eccellenza della civiltà contemporanea.

Ground 0 Ground 0 Ground 0 Ground 0

Poche fotografie di un progetto più ampio che fa tesoro dei simbolismi urbani quanto delle trame del vissuto quotidiano, per un lungo viaggio dalla New York dei nuovi grattacieli alla ASHANTI®GALLERIA|arte contemporanea di Roma, con la mostra a cura di Raffaele Cinzio, visitabile dal 9 al 24 settembre 2011, ad ingresso gratuito.

  • shares
  • Mail
74 commenti Aggiorna
Ordina: