La quiete dopo la tempesta: da Leopardi all'Uragano Irene

BigPicture1_hurricane_irene_Scott Olson/Getty Images

Non tutte le tempeste hanno la portata devastante dell’Uragano Irene, ma esiti simili, anche quando il termine per consuetudine si utilizza metaforicamente per eventi negativi, scatenati da tutto fuorché le ire della natura.

Questa fotografia scattata da Scott Olson/Getty Images, a quanto rimane del cottage di Billy e Erin Stinson dopo il ‘travolgente passaggio’ di Irene, usata per aprire la gallery del Big Picture, è poi uno degli ‘esiti’ ideali per azzardare visualizzazioni di liriche leopardiane come “La quiete dopo la tempesta”.

Ovviamente solo una delle tante possibili, che per giunta si può rappresentare in tanti modi, anche a voler rincorrere e stravolgere il significato di quiete (assenza-cessazione di moto di movimento; stato di riposo-immobilità) o tempesta (perturbazione atmosferica di particolare violenza; agitazione di sentimenti contrastanti, forte turbamento; sfuriata, rimprovero, lite).

Per esempio, se vi chiedessi di provare a visualizzareLa quiete dopo la tempesta”, che scenario ci troveremmo a fotografare e con quale attrezzatura?

Foto | BigPicture

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: