Michael Ackerman in Italia: le viscere del mondo in mostra, workshop e booksigning

Il mondo di passioni, emozioni e ossessioni viscerali di Michael Ackerman arriva in Italia con una personale, booksigning, un incontro e un workshop.

Cerco di sfuggire alle trappole della realtà, conservando però un legame con il reale. Perché le immagini non sono invenzioni ma punti di incontro. – Michael Ackerman

Entrare in contatto con il mondo di passioni, emozioni e ossessioni fotografate da Michael Ackerman è un'esperienza quasi introspettiva, a caccia degli inferi personali che siamo in grado di avvertire o palesare nei suoi incubi in bianco e nero, popolati da uomini, donne, bambini e ricordi che emergono dalle viscere del mondo come fantasmi.

bar joune © Michael Ackerman / courtesy Galerie VU' Paris

Visioni livide ed impetuose di quello che non possiamo o vogliamo mettere a fuoco, sfocate dalla necessità di palesare quello che si agita tra le ombre e la luce, tra la realtà e il modo nel quale la rendiamo nostra.

Un mondo in mostra alla mc2 gallery (Via Malaga, 4) di Milano, con una selezione delle fotografie più significative degli ultimi anni (da sbirciare anche qui), scelta da Ackerman con il curatore Claudio Composti. La personale italiana dell'artista realizzata in collaborazione con Galerie VU' Paris, inaugurata dallo stesso a partire dalle 18.30 di martedì 27 maggio, in mostra sino al 25 luglio 2014.

self © Michael Ackerman / courtesy Galerie VU' Paris

La presenza in Italia di Michael Ackerman, si presenta come occasione ideale di avvicinarsi allo sguardo e all'approccio inconfondibile del fotografo, nato a Tel Aviv, emigrato a New York e cittadino delle viscere del mondo, a partire da quel self che emerge dalla copertina del buio pesto popolato di fantasmi di Half Life (Peliti, 2010), progetto editoriale che insieme a Fiction (Delpire, 2001) sarà protagonista del booksigning ad ingresso libero, ospitato da Micamera mercoledì 28 maggio alle ore 19, ma ricordate che è possibile anche prenotare una copia firmata del libro inviando una mail a ordini@micamera.com.

La fotografia in libreria

anouk © Michael Ackerman / courtesy Galerie VU' Paris

Un'occasione da far fruttare al massimo, colta dallo Spazio Labo’ di Bologna, organizzando un incontro con il fotografo, e relativo scambio di saperi e stimoli con il pubblico, venerdì 30 maggio, alle 18.30, nella sede di via Frassinago 43/2.

Per chi desidera prolungare l'esperienza, lavorando a stretto contatto con l'universo e lo stile inconfondibile di Ackerman, lo Spazio Labò offre anche l'unico workshop italiano del fotografo, con la tre giorni di “Being Involved”, aperta ad un numero ristretto di partecipanti, dal 31 maggio al 2 giugno 2014.

Tre giorni che iniziano con l'analisi dei progetti dei partecipanti, focalizzati su ossessioni e domande che questi si pongono, allo scopo di trascendere stili, generi e riferimenti, a vantaggio della messa a fuoco di ragioni e pulsioni che ci spingono a scegliere cosa e come fotografare, e delle indicazioni per lasciarla emergere. Un workshop in lingua inglese che offre comunque il supporto di un traduttore a chi ne ha bisogno.

Foto | © Michael Ackerman / courtesy Galerie VU' Paris

  • shares
  • Mail