Lytro Illum, ecco i primi professionisti al lavoro con la fotocamera che mette a fuoco dopo lo scatto

Cinque fotografi professionisti mostrano in un video le reali capacità espressive della Lytro Illum

Appena uscita sul mercato la Lytro era poco più di un gadget ipertecnologico. Certo, l'idea di poter spostare il punto di messa a fuoco dopo lo scatto è davvero intrigante, ma come per tutte le tecnologie al suo lancio il sistema Lytro era un po' acerbo.

Infatti la risoluzione di 800×800pixel, ovvero 0,6 Megapixel, era adeguata al messimo solo per l’uso sui social networks. Però la nuova Lytro Illum, forte dei suoi 4 Megapixels, ha subito attirato l'attenzione anche dei professionisti.

Guarda quali saranno le altre fotocamere del futuro

Lytro Illum all'opera

Leggi come Apple stia brevettando una fotocamera per iPhone basata sulla tecnologia Lytro

Sono infatti proprio dei fotografi professionisti quelli che potete vedere all'opera nel video in apertura, concesso in esclusiva da Lytro a dpreview.com. Questi i loro nomi:


  • Anna Webber, fotografia di ritratto

  • Brian Nevins, fotografia sportiva

  • Roman Leo, fotografia di moda

  • Kyle Thompson, fotografia fine art

  • Lori Nix, fotografia di diorami

Si tratta quindi di cinque generi fotografici ben distinti, ma in tutti la Lytro Illum ha dimostrato di fornire spunti creativi ed espressivi molto interessanti. Devo però ammettere che la loro presenza risulta evidente solo in ambito video.

In ambito fotografico stretto temo invece che Lytro Illum abbia senso solo come ancora di salvezza in caso di errori di messa a fuoco.

Lytro Illum all'opera

  • shares
  • Mail