Canon EF 8-15mm f/4L Fisheye USM, la recensione di Digital Picture

Canon EF 8-15mm f/4L Fisheye USM

Dopo aver presentato il primo obiettivo fisheye zoom più di un anno fa, Canon l'ha messo in vendita da circa un mese; scopriamo i dettagli e la recensione dedicatagli da The Digital Picture. L'EF 8-15mm è un obiettivo speciale poiché condensa 4 lenti in una. Sia con le reflex fullframe, che con quelle che montano sensori di dimensione ridotta (APS-H e APS-C) le immagini che scattate avranno visuale fisheye a 180°; le macchine dotate di sensore a piena misura potranno in aggiunta ottenere immagini fisheye totalmente circolari. Prima non era possibile: servivano quattro diversi obiettivi diversi ed il formato APS-H non era neanche supportato.

L'ottima recensione di The Digital Picture si divide in più parti, proprio per la particolarità della lente, e analizza il comportamento dell'ottica su macchine con sensori di dimensioni diverse. Nello specifico è stata utilizzata una 1Ds Mark III per studiare il comportamento su una fullframe ed una 60D, invece, per testare la lente su un corpo APS-C. L'obiettivo presenta come apertura massima un valore di f/4.0, non è dotato di stabilizzazione, tecnologia che su questo tipo di lenti serve a ben poco. Sorprende la distanza minima di messa a fuoco, ora scesa a soli 15cm (rispetto ai 20 del precedente EF15mm fisheye).

Va ricordato, però, che la distanza di messa a fuoco è calcolata dal piano focale e non dall'elemento frontale della lente; all'atto pratico si potrà fotografare un oggetto a fuoco distante solo 3cm. Una lente del genere, chiaramente, ha un target ben preciso, e, a mio parere, non è di utilizzo immediato. L'eventuale difficoltà nell'utilizzo di quest'ottica è il tipo stesso; non sempre è così semplice ottenere buone foto con un fisheye se non si ha un occhio allenato, un obiettivo così ha bisogno di fotografi molto più creativi della media.

Nell'utilizzo con il paraluce (fornito in dotazione) sul pieno formato, addirittura, bisogna fare attenzione perchè ad estensione minima questo compare nel campo visivo. Il target ideale può essere, come suggerito dalla recensione, la fotografia di sport in condizioni estreme, come esempio gli sport invernali, proprio per la capacità di scattare avendo un enorme angolo di visuale.

Dalla recensione emerge come la lente sia stata realizzata con estrema cura da Canon e come, pur non potendo svolgere gli usuali test di distorsione o vignettatura per sua natura, presenti un'elevata definizione. L'obiettivo, come tutte le lenti della serie L Canon, presenta un'elevata qualità costruttiva racchiusa in dimensioni molto compatte. Il fisheye risulta essere la più piccola delle serie L attualmente in vendita, più piccola persino di focali fisse quali il 35mm. Il vetro frontale è trattato con un rivestimento al fluoro idrorepellente per facilitarne la pulizia.

Per un'analisi più precisa corredata da prove sul campo vi rimando a due siti, oltre al già citato The Digital Picture ho trovato molto esaustiva la recensione di Camera Labs
Il prezzo è il linea con la qualità del prodotto offerto ed è di circa 1300€ sul mercato italiano.

  • shares
  • Mail