Qualche dritta per le foto sulla neve


Manca poco all'inverno: e magari a tanti di noi capiterà di scattare qualche foto sulla neve. Vediamo di illustrare qualche tecnica base per realizzare buone fotografie in mezzo al bianco: conoscendovi come attentissimi, molti di voi sapranno già che realizzare buoni scatti sulla neve non è per nulla automatico.

Due i punti chiave: la difficoltà nell'esposizione e la riproduzione non fedele dei colori. Prima regola: non esistono regole universali, sia per la estrema varietà di pellicole sia per la varietà di processori di immagini nelle fotocamere, ma esistono comunque linee guida applicabili alle maggior parte delle situazioni.

Iniziamo parlando dell'esposizione: spesso quando scattiamo una fotografia sulla neve e la rivediamo, scopriamo che è sottoesposta. L'esposimetro infatti viene ingannato dall'alto potere riflettente della neve: un trucco semplice può essere quello di sovraesporre volutamente la foto di almeno uno stop, confrontando poi il risultato con l'istogramma.

Se volete approfondire, in un post di qualche tempo fa dedicato alla compensazione dell'esposizione, Latente nei commenti spiegava nel dettaglio come funzionino gli esposimetri a riflessione delle reflex e compatte digitale.

Un altro suggerimento può essere l'utilizzo di un bracketing a vari livelli di sovraesposizione, e controllare sempre con l'istogramma quale sia lo scatto ideale. Altra soluzione? Misurare la luce incidente della scena bloccando l'esposimetro e poi scattare. Nel caso in cui si scatti in RAW è possibile successivamente in fase di post produzione, recuperare le ombre e le luci di schiarita: sempre a patto che la fotografia non presenti luci bruciate.

L'altro disturbo che spesso si presenta in caso di foto sulla neve è l'equilibrio cromatico non corretto: molte foto infatti presentano una dominante azzurra del cielo molto marcata. Nell'ambito della fotografia digitale il problema è facilmente correggibile impostando il bilanciamento del bianco direttamente dalla macchina o modificandolo in fase di post produzione.

Io ho sempre utilizzato anche un filtro Skylight, in modo da spostare l'equilibrio cromatico verso toni caldi. Come detto questi consigli sono solo piccole dritte generali per chi si avvicina alla fotografia. Per chi volesse approfondire la questione allego cinque risorse utili:

Foto|Flickr

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: