Robert Mapplethorpe 04/11/2011: un mancato compleanno da festeggiare

Lontana dalle assuefazioni dell’immaginario e la banalizzazione degli provocazioni, oggi festeggio sguardi attratti dalla sensualità di un fiore, quanto dalla carica erotica di un braccio (che supera quella del sesso che occulta), in occasione del mancato compleanno di Robert Mapplethorpe (4 novembre 1946 – 9 marzo 1989).

Evoco Patty Smith nuda attaccata ad un termosifone e Peter Berlin con stivali e pacco gonfio dentro un ascensore, le raffinate trasgressioni di un profilo marmoreo quanto quelle di muscoli guizzanti, still life di polaroid e confessioni dell’autoscatto, per il mancato compleanno di fotografo che ha ancora un sacco di cose da insegnare ad occhi tristemente assuefatti alla trasgressione.

Un fotografo che ha iniziato con collage di riviste porno gay e usato la fotografia per le sue ‘sculture’ di oggetti d'arte morbosamente attraenti, in mostra alla Onassis Cultural Centre di Atene fino al 15 febbraio 2012, aspettando quella curata da Sofia Coppola alla Galerie Thaddaeus Ropac di Parigi dal 25 novembre, e la retrospettiva ospitata al Forma di Milano da giovedì 1 dicembre 2011, in collaborazione con la Mapplethorpe Foundation, che ogni anno fattura ben 10 milioni di dollari, in gran parte devoluti alla lotta all'AIDS responsabile della sua morte nel 1989.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: