Nikon e la fotografia naturalistica sostengono l'Oasi di Sant'Alessio

L'Oasi di Sant'Alessio è un paradiso in terra per gli animali e i fotografi naturalistici, sostenuto da Nikon e la fotografia con tour e workshop, un concorso, un libro e tanti scatti.

Con l'obiettivo di Ermanno Olmi puntato sulla natura dell'uomo e del nostro pianeta, “Torneranno i prati" al cinema e l'attenzione al nutrimento dell'uomo e della Terra nel documentario destinato all'Expo 2015, girato in gran parte in un parco faunistico italiano, a due passi dalla città meneghina che si prepara ad ospitare la grande Esposizione Universale.

Torneranno i prati: al cinema con la trincea di Ermanno Olmi

La piccola Oasi di Sant'Alessio, in provincia di Pavia, con le dimensioni della flora e della fauna ben più ricche della sua estensione geografica, e l'evoluzione dell'habitat ideale a garantire la convivenza tra numerose specie, vanta in ogni caso un bel po' di obiettivi fotografici tra gli estimatori del fascino che ha sedotto il regista bergamasco.

“Ho avuto la fortuna di trovare sulla mia strada l’Oasi, un approdo sicuro in cui, quando sentiremo stanchezza e bisogno di un po’ di quiete, ci ritroveremo a sostare nell’ombrosa e profumata vegetazione, nel rispetto di tutte le creature che abitano la Terra”.

PAGG 114-115 Capriolo © Corrado-Corradini

Una visione del mondo e del rispetto delle creature che abitano la Terra, che non è sfuggita a Nikon, tra i sostenitori dell'Oasi con la fornitura di binocoli per il birdwatching ai visitatori, la sponsorizzazione di “tour fotografici” per principianti, e workshop per fotoamatori evoluti sull'avifauna in volo o sul ritratto animale, coordinati e realizzati dalla fotografa Claudia Rocchini che ha aperto anche un gruppo Flickr per condividere foto e visioni del parco.

Da tre edizioni anche un concorso fotografico, che passa anche per la giuria popolare, sponsorizzato insieme a Nikon School, Lowepro, Vanguard, Joby, Lexar, Epson, Profoto e le riviste specializzate FOTOGRAFIA REFLEX e Digital Photographer Italia.

Per chi decide di provare, le pubblicazioni per la seconda tappa del Concorso 2014 terminano il 6 luglio, e i contributi fotografici vanno pubblicati nel post online provvisto di regolamento di partecipazione.

 PAGG-66-67 Airone bianco maggiore © Claudia Rocchini

Un paradiso terreste per oltre 200 specie di animali prevalentemente selvatici, votato alla protezione e il recupero delle specie a rischio, che ha sempre preferito investire in sostengo della natura, non riceve alcun contributo pubblico ma è diventato protagonista di un progetto editoriale capace di raccontare "I segreti dell'oasi", che abbiamo già presentato intervistando la fotografa e coordinatrice Claudia Rocchini.

I segreti dell'oasi, 12 fotografi in un libro fotografico dedicato alla bellezza della natura

Un viaggio nell'Oasi attraverso oltre 200 fotografie di altrettante specie e peculiarità che la popolano, accompagnate dai testi di Harry Salamon che dopo averla fondata si occupa dell'oasi da otre un quarantennio, per un volume di 239 pagine introdotte dall'assiduo e appassionato frequentatore Ermanno Olmi.

Nikon - pellicano bianco e ibis eremita pag154-155 © Claudia Rocchini

Un volume edito da Rizzoli, in vendita da maggio 2014 nelle librerie italiane, online e presso l'Oasi di Sant'Alessio, dove potete averlo con un'offerta vantaggiosa, che contribuisce a sostenere questo paradiso per animali (e fotografi) attraverso la fotografia.

Tutte le fotografie, che Claudia Rocchini e gli altri autori degli scatti, Giuseppe Arrigoni, Corrado Corradini, Cinzia Garbini, Laura Grecchi, Andrea Marabelli, Stefania Marchini, Gianluca Mariani, Massimo Mazzasogni, Claudia Rocchini, Stefano Ronchi, Giulio Salamon e Roberto Serati, hanno donato per sostenere un progetto a fine benefico, nonostante l'offerta di royalties da parte dei responsabili del Parco.

07 Nikon_I Segreti dell'Oasi_Ph. Claudia Rocchini

L'Oasi ideale per avvicinare esemplari selvatici in volo libero, con obiettivi di ogni genere, raggiungendo risultati interessanti anche con reflex entry-level con medio tele, secondo Claudia Rocchini, che ha realizzato alcuni degli scatti pubblicati nel volume con una Nikon D40x e un 70-300mm a f/5.6, mentre la gamma di apparecchi che Nikon propone a chi ama riprendere paesaggi e immagini naturalistiche, conta anche la D7100, con 24,1 megapixel, peso e dimensioni contenuti e con un corpo macchina resistente alle intemperie.

Nikon D7100, la recensione della reflex APS-C senza filtro passa basso


Foto | fotografie pubblicate in "I segreti dell'oasi" Courtesy Nikon

  • shares
  • Mail