L'Arcipelago del mondo antico di Mimmo Jodice profuma Modena di Mediterraneo

Mimmo Jodice ha una sguardo profondo e vivace nel quale perdersi, per ritrovare il contatto con le sfumature più vitali di mito, storia e mondi antichi.

Sfumature dinamiche come l'argento vivo, e le tecniche di stampa più remote che questo grande fotografo italiano studia, sperimenta e inventa da cinquanta'anni, insieme al linguaggio fotografico più raffinato e all'avanguardia.

Storie dal Sud dell'Italia: da Ferdinando Scianna a Mimmo Jodice

La visione di una dimensione sospesa in cui Jodice lascia convivere passato e presente, sia quando inquadra la sua Napoli, affatto immune a disagi sociali, terremoto e colera, sia quando punta l'obiettivo su statue erose dal tempo, miti nutriti dalla storia, tracce di eroi, templi e civiltà che hanno scritto la storia antica del mare nostrum.

44 50x70

Antichità che profumano di mare infinito e popoli del Mediterraneo, arcieri senza volto e amozzoni ferite, compagni di Ulisse, Volti da Atene, guerrieri da Cartagine, templi siriani e Terme Romane.

Mimmo Jodice. Figure del mare sull'isola di Capri

Un viaggio introspettivo accompagnato da una ricerca continua a inarrestabile, una raccolta di immagini che si amplia, e si prepara a Tornare a Modena con una nuova personale e un allestimento originale, ideato per gli spazi del Foro Boario, aperti sull'Arcipelago del mondo antico, dal 12 settembre 2014 all'11 gennaio 2015.

42 70x70

Il percorso di cinquanta opere fotografiche, in parte inedite, che contemplano paesaggi solitari, panorami emotivi e visioni silenziose, per una personale promossa da Fondazione Fotografia Modena e Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, con il sostegno di UniCredit, accompagnata dal catalogo edito da Skira, nel programma del festivalfilosofia 2014 deidicato alla Gloria, insieme ai territori dello spirito di Kenro Izu, e la collettiva sulla fotografia storica andina.

Nei territori dello spirito di Kenro Izu

22 piscina mirabilis 65x70

Foto | Mimmo Jodice - Arcipelago del mondo antico, Courtesy Fondazione Fotografia Modena

  • shares
  • Mail