I Mondiali Brasile 2014 in un video in stop-motion di 100 secondi

Vi mancano i Mondiali Brasile 2014? Ripercorriamo i momenti più belli con un video in stop-motion


È passata solo una settimana dalla fine dei Mondiali Brasile 2014 anche se, pensandoci bene, è come se di tempo ne fosse passato molto di più… probabilmente è normale che sia così quando un evento ci assorbe per così tanto tempo! A sette giorni dall’incoronazione della Germania campione del mondo e dalla disfatta dell’Argentina, ripercorriamo il mondiale con un video molto carino che ci racconta l’intero mese dedicato al calcio in poco più di 100 secondi.

Germany v Argentina: 2014 FIFA World Cup Brazil Final

Fotografia e video un tempo erano ben separati, c’era chi faceva le foto e chi i video e difficilmente ci si potevano trovare dei punti di intersezione, adesso la situazione è decisamente cambiata e chi fa foto inevitabilmente fa delle incursioni nel mondo dei video e viceversa. Le reflex digitali fanno video di qualità che si possono mescolare ai nostri lavori fotografici per fare delle proiezioni suggestive per raccontare posti speciali in modo creativo e originale.

Approfondisci i Mondiali Brasile 2014 su Calcioblog

Grazie alle nostre reflex e a programmi sempre più efficienti e facili da usare è possibile realizzare, in poco tempo e con pochissime difficoltà, i timelapse e i video in stop-motion. Questo simpatico video del mondiale in stop-motion è stato realizzato da Johnny Weeks, un fotografo del Guardian, che ha messo insieme delle foto per raccontare in modo molto interessante il lungo mese di calcio che abbiamo vissuto.

Guarda anche: I Mondiali Brasile 2014 in 40 foto

Johnny Weeks sceglie un montaggio carino che rende il video dinamico e ripetitivo ma con intelligenza. Associa vari momenti e mette insieme tutte le foto dello stesso tipo cercando di seguire anche una sequenza temporale, ad esempio tutti gli inni nazionali, tutte le parate, i controlli di petto, i goal, i cartellini ecc. Dove vuole sottolineare qualcosa rallenta un po’ e mette più foto, lo fa ad esempio sull’infortunio di Neymar e anche sul morso rimediato da Chiellini.

Leggi anche: Trucchi e strategie dei fotografi ai Mondiali Brasile 2014

Buona visione!

  • shares
  • Mail