Selfie da morire per un ragazzo messicano

Morire a 21 anni per farsi un selfie con una pistola puntata alla tempia, la storia assurda del messicano Oscar Otero Aguilar


La passione per i selfie la conosciamo, sappiamo che ultimamente sembrano tutti un po’ matti, c’è chi si scatta una foto ogni tre minuti e chi invece cerca situazioni sempre più estreme e pericolose. L’ultimo selfie che ha fatto discutere parecchio è stato fatto da un ragazzo di 21 anni in Messico, per stupire i suoi amici su Facebook ha pensato bene di farsi un selfie con una pistola puntata alla tempia.

Approfondisci: Passione selfie: Milano conquista l'ottava posizione nella classifica mondiale di città "selfiest"

La foto in questione che doveva sconvolgere tutti, creare preoccupazione e panico, alla fine è riuscita nel suo intento… Purtroppo però Oscar Otero Aguilar ha commesso un errore che gli è stato fatale, nella foga del momento probabilmente non è riuscito a coordinarsi bene e ha premuto il grilletto, il colpo in testa non gli ha lasciato scampo ed è morto.

oscar-otero-aguilar

Un gioco finito in tragedia per questo 21enne che pensando di stupire tutti con uno scherzo ha perso la sua vita in un modo assurdo e senza motivo. La passione per i selfie ma soprattutto la voglia di stupire e di essere sempre più estremi e folli è senza controllo. Nel corso degli ultimi mesi abbiamo visto il selfie durante la corsa dei tori, quello durante l’incidente aereo e poi quello del giovanissimo ragazzo che si arrampicato sulla ringhiera più alta in cima alla Freedom Tower.

Leggi anche: Selfie parola dell'anno per Oxford Dictionaries

Perdere la vita per una bravata come questa è davvero assurdo, quello che non capisco è come si possa arrivare a questo stadio di follia. La passione per i selfie non conosce limiti e mi chiedo quanti altri incidenti debbano esserci prima che passi di moda farsi foto estreme con lo smartphone.

Fonte | eluniversal

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: