Superluna e stelle cadenti: 10 agosto da fotografare, anche con concorso di selfie

Contemplando il cielo del 10 agosto, e le stelle cadenti della Notte di San Lorenzo che coincide con la Superluna, da guardare e fotografare approfittando di punti di vista, consigli di ripresa e concorsi di selfie.

Con il cielo di agosto sgombro dalle nuvole, in questi giorni parecchi volgono occhi e obiettivi al cielo, in ansia per tempeste solari che rischiano di interrompere linee e connessioni, in attesa di stelle cadenti capaci di risvegliare la brama di magia, e magari quel rapporto tra uomo e divinità favorito dagli influssi lunari.

Lasciando ad altri l'analisi delle conseguenze dei violenti disturbi al campo magnetico della Terra, paventati dall'arrivo della super tempesta solare, guardo quindi lo spazio che si prepara alla Notte di San Lorenzo che coincide con il plenilunio del 10 agosto, e lo spettacolo di una superluna tanto suggestiva da stanare licantropi, romantici, curiosi e fotografi di astri.

Leggi anche: Come fotografare la Via Lattea con l'inquinamento luminoso

Per i cacciatori di stelle che aspettano la pioggia di Perseidi generata dalla cometa Swift-Tuttle, associate alle lacrime che la tradizione lascia sgorgare dagli occhi del martirizzato San Lorenzo, con il picco di sciame visibile nella notte tra il 12 ed il 13 agosto, valgono i preziosi consigli di ripresa già condivisi in passato, quelli per fotografare la Via Lattea da punti di osservazione penalizzati dall'inquinamento luminoso, e magari quelli condivisi da Fefo Bouvier autore di questo magnifico scatto.

(function(d, s, id) { var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) return; js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "//connect.facebook.net/it_IT/all.js#xfbml=1"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs); }(document, 'script', 'facebook-jssdk'));

Uno scatto della Via Lattea nel buio cielo uruguayano di Barra de Valizas e della suggestiva bioluminescenza che si staglia lungo la costa con un contrasto raramente così brillante, colto lo scorso 27 Giugno 2014 con una Canon 60D e EF-S 18-135mm f/3.5-5.6 IS, con l'obiettivo fissato a 18 millimetri e f/3.5 e la fotocamera impostata per scattare una esposizione 15s a ISO 6400.

Approfondisci anche: Il cielo nell'obiettivo del 2014: luna rossa, stelle cadenti ed eclissi, da guardare e fotografare

Questo partendo dal presupposto che la Superluna di domenica 10 agosto, più vicina e più grande dell’anno, non rubi la scena alle stelle nei numerosi obiettivi pronti a sfruttare 'punti di vista' e consigli di ripresa accumulati con l'esperienza e condivisi anche nel link precedente, a partire da quello bello grosso del Planetario di Roma, pronto a festeggiare l'evento con il concorso fotografico “Moonclick! Fatti un selfie con la Superluna”, aperto a chiunque e con qualsiasi attrezzatura, nella notte del 10 agosto decida di inquadrarsi con la Superluna, seguendo a moda del selfie o il significato più artistico di autoritratto, che in parecchi sentono il bisogno di riabilitare da confusioni e speculazioni.

Moonclick! Fatti un selfie con la Superluna

Per chi desidera partecipare, un massimo di due immagini, a colori o in bianco e nero, con ritocchi e post-produzioni, ma originali e nel contesto del selfie, possono essere inviate all’indirizzo info@planetarioroma.it, entro e non oltre il 31 agosto 2014, in formato .jpg (massimo 1Mb), corredate di nome, cognome e indirizzo e-mail

Le tre immagini premiate il prossimo 14 settembre, nel corso della serata finale di Astrosummer 2014, verranno mostrate e pubblicate sulla newsletter, sulla pagina facebook, su twitter e sul sito del Planetario, ma tutte le informazioni sono comunque disponibili sul sito del Planetario di Roma o allo 060608.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail