La foto lunga un anno

La foto lunga un anno

Le lunghe esposizioni hanno un fascino incredibile in quando riescono a cogliere colori e dettagli che l'occhio umano non riuscirebbe a vedere. Chi fa fotografia naturalistica usa spesso questa tecnica per realizzare immagini uniche, sfruttando anche gli effetti pittorici creati magari dal mosso dell'acqua. Ma che risultato si otterrebbe con uno scatto lungo 365 giorni, ovvero circa 31.356.000 secondi?

Il fotografo Michael Chrisman ci fornisce la risposta con l'incredibile immagine che vedete in apertura. Si tratta del porto di Toronto: si riconosce chiaramente la skyline, il mare e le scie lasciate dal sole in varie posizioni durante l'anno. Per realizzare l'immagine Chrisman ha fissato con del nastro adesivo una fotocamera stenopeica sul lato di una scatola di metallo arrugginito accanto ad un faro di navigazione il primo gennaio 2011. Esattamente un anno dopo è tornato a riprenderla.

All'interno della fotocamera stenopeica c'era un pezzo di carta fotosensibile che grazie alla lunghissima esposizione mostrava già visibile ad occhio nudo l'immagine ripresa. Michael Chrisman ha quindi deciso di evitare sviluppo e fissaggio e di effettuare una semplice scansione, sapendo però che tale procedimento avrebbe al tempo stesso cancellato l'immagine dalla carta stessa.

Il risultato è comunque notevole e si apprezza la tenacia di Michael Chrisman, che per realizzare queste immagini deve combattere soprattutto contro la sfortuna: abbandonare letteralmente una fotocamera per un anno vuol dire fare i conti con gli agenti atmosferici e con gli sconosciuti che possono rimuovere le apparrecchiature.

Via | thestar.com

La foto lunga un anno
La foto lunga un anno
La foto lunga un anno

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: