Presentata la Nikon D60

Nikon D60

Qualche tempo fa vi abbiamo parlato della riorganizzazione della produzione in casa Nikon, una procedura che aveva portato alla soppressione della produzione per la non troppo brillante D40X.

Ieri la Nikon Inghilterra ha presentato la fotocamera che andrà a posizionarsi nella fascia di mercato lasciata vuota, la D60.

Diciamo subito che oltre a mantenere la stessa fascia di mercato della D40X, mantiene di quest’ultima anche le ridottissime, per Nikon, dimensioni, e la quasi totalità delle caratteristiche della progenitrice.

Per andare cercare le novità che la differenzino dalla D40X bisogna veramente spulciare la cartella stampa.

La novità più sensibile che si ritrova è sicuramente il sistema di rimozione della polvere a cui finalmente anche la casa nipponica ha ceduto su larga scala, infatti dopo la D300 ritroviamo anche qui la funzione Dust off, integrata però in questo caso da uno approfondito studio dei flussi d’aria all’interno della fotocamera, studi che hanno consentito di “addomesticare” le correnti in maniera tale da evitare il contatto tra la polvere ed il sensore.

Nikon D60 rear

L’altra novità che equipaggia la D60 è il sistema D-Lighting attivo, già visto anche in questo caso nelle sorelle maggiori D300 e D3. Il sistema consente di scattare immagini anche in presenza di forti differenze di esposizione tra le zone che compongono la scena, consentendo di sottoesporre le zone luminose e al contempo mantenere il dettaglio nelle zone in ombra, garantendo una qualità d’immagine molto buona.

Le altre novità che possiamo trovare sulla D60, sono praticamente delle piccole sfumature che consentono il migliore funzionamento della fotocamera, ma non modificano la sostanza della stessa. Ritroviamo infatti alcune delle caratteristiche che già equipaggiano la A100 di Sony, come la rotazione dell’immagine sullo schermo al ruotare della fotocamera e il sensore posto sul mirino che consente lo spegnimento del monitor per garantire un risparmio energetico.

Le altre dotazioni sono identiche a quelle della D40X, come il sensore da 10.2 Mpixel che già equipaggia anche la D80 e la A100 di Sony, il sistema di messa a fuoco a tre punti, il sistema di misurazione Color Matrix 3D II, e soprattutto la compatibilità totale solo con gli obiettivi Nikkor AF-S e AF-I, cosa di cui avremmo fatto molto volentieri a meno.

nikon D60 lato

In sostanza chi si aspettava da Nikon la fotocamera in grado si rendere ridicola la 450D di Canon dovrà ricredersi e non poco, anche perché dopo le belle cose viste nella presentazione delle D300 e della D3 con abbondanti trasferimenti di conoscenza dalle classi superiori, era lecito aspettarsi qualcosa in più del sistema di rimozione della polvere.

Sarà disponibile dal mese di febbraio 2008 al prezzo di € 672,00 per il solo corpo.

Via | dpnow.com

  • shares
  • Mail
16 commenti Aggiorna
Ordina: