Abraj: The two towers of Dubai di Philip Bloom

Abraj: The two towers of Dubai from Philip Bloom on Vimeo.

Da villaggio di pescatori a sfolgorante Emirato Arabo proiettato al futuro, la Dubai tutta luci e abbondanza, che ospita il Burj Khalifa più alto del mondo e tecnologia avanzata insieme all’eredità del passato, diventa la protagonista dell’ultimo time lapse di Philip Bloom.

In realtà Abraj: The two towers of Dubai è solo una raccolta di scatti preferiti, tra quelli commissionati a Bloom dallo sceicco Hamdan Bin Mohammed Bin Rashid al Maktoum principe ereditario di Dubai, realizzati con un equipaggiamento di Canon e attrezzatura condiviso on line con dovizia di particolari.

Il risultato è un viaggio ‘dall’astronave madre’, denso di contrasti, dove le torri icona di Dubai sono solo l'attrazione più elevata della perla del deserto del mondo Arabo che incontra l’occidente e il futuro, in una dimensione che il montaggio e la colonna sonora di Vaughan Williams (Variations on theme by Thomas Tallis) rendono una sorta di presagio.

  • shares
  • Mail