Kate Middleton e il principe William contro i paparazzi per proteggere George

Kate Middleton e il principe William contro i paparazzi che pedinano il piccolo George


Il mondo dei paparazzi vive di regole, etiche e dinamiche che per la maggior parte delle persone sono incomprensibili, a molti piace spiare i personaggi famosi tramite le riviste di gossip, il problema insorge quando ad essere spiati e pedinati sono i bambini che non hanno scelto di esporsi in pubblico e non si possono proteggere da soli. Kate Middleton e il principe William hanno deciso di prendere in mano la situazione ed hanno denunciato un paparazzo inglese accusato di seguire gli spostamenti del piccolo George.

Il fotografo in questione si chiama Nirah Tanna ed ha fatto infuriare i reali d’Inghilterra perché ha seguito il royal baby e la sua tata in un parco di Londra, un comportamento inaccettabile e che viola la privacy e la sicurezza di un bambino di appena un anno e mezzo.

BRITAIN-ROYALS-GEORGE-BIRTHDAY-MESSAGE-FAMILY

James Roscoe, il portavoce di William e Kate, ha divulgato un comunicato stampa:

"Il Duca e la Duchessa hanno deciso di agire legalmente per chiedere ad un individuo di smettere di disturbare e seguire il Principe George e la sua tata durante i momenti di ordinaria quotidianità. La scorsa settimana si è verificato un incidente che ha mosso le Altezze Reali a cercare qualsiasi mezzo possibile per scoraggiare chiunque da tale comportamento. Ci sono motivi sufficienti per sospettare che tale individuo abbia pedinato il Principe George e spiato la sua routine quotidiana per un determinato periodo di tempo.Il Duca e la Duchessa comprendono l'importanza del ruolo pubblico che il Principe George un giorno dovrà ereditare, ma finché è giovane gli deve essere concesso di vivere una vita normale".

Il fotografo ha prontamente risposto tramite i suoi avvocati dicendo che lui scatta foto alla famiglia reale, legalmente e rispettosamente, da quasi 10 anni e che non ha infranto nessuna legge. I paparazzi britannici sono molto aggressivi e di questo ne abbiamo tristi certezze, non si fermano davanti a niente perché vogliono vendere le fotografie ai giornali, capisco che sia un lavoro però bisognerebbe non esagerare. George fa notizia ed è ovvio, però è pur sempre un bambino piccolo e se è vero che i paparazzi non violano la legge, è pur vero che questi atteggiamenti creano situazioni potenzialmente pericolose.

Il problema dei paparazzi probabilmente non ha avrai fine, si può mettere un freno, ma finchè la gente acquista le riviste ed è così morbosamente curiosa, il mercato sarà sempre florido. Se non altro abbiamo trovato un settore che non conosce la crisi…

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail