Steve McCurry Oltre Lo sguardo: da Afghan Girl al Calendario Lavazza 2015

In viaggio con Steve McCurry e in mostra "Oltre Lo sguardo", dai reportage memorabili agli ultimi progetti.

Dopo la presentazione del Calendario Lavazza 2015 firmato da Steve McCurry, si è parlato parecchio di stile e strategia del grande fotografo di fama internazionale. Considerazioni e riflessioni che da oggi rischiano di trovare nuove argomentazioni con l'apertura della rassegna allestita nella Villa Reale di Monza sino al 6 aprile 2015.

Steve McCurry. Oltre lo sguardo porta infatti in mostra circa 150 immagini che spaziano dai lavori più noti come il ritratto di Sharbat Gula e i due sguardi dell’Afghan Girl, a quelli più recenti del fotografo, che includono anche gli scatti del Calendario Lavazza 2015 e i ritratti degli Earth Defenders del progetto realizzato con Slow Food.

Una mostra ideale per compiere un lungo viaggio nella trentennale carriera del fotoreporter che non ha avuto problemi ad affiancare reportage memorabili del villaggio globale di ogni angolo di mondo, dall'Afghanistan alla Cambogia, dall’India alla Birmania, ad incarichi prestigiosi come il calendario Pirelli 2013, il progetto The last roll realizzato con l’ultimo rullino prodotto da Kodak o Sensational Umbria.

Giochi di ombre, Preah Khan, Angkor, Cambodia, 1999 © Steve McCurry

Una nuova mostra con un nuovo allestimento, progettato da Peter Bottazzi per accompagnare il visitatore nel mondo di McCurry, e in tutte le ombre e sfumature del suo stile e linguaggio fotografico, dialogando con gli ambienti monumentali e la decorazione neoclassica della Villa Reale appena restaurata.

Foto di grande formato per un percorso “libero” di spingersi oltre lo spazio e il tempo, stili e messaggi, ombre e colori, seguendo le rotaie che tornano nell'India degli anni '80 con la locomotiva a vapore, i cammelli nell'inferno dei giacimenti di petrolio del Kuwait degli anni '90, soffermandosi sui giochi di ombre della Preah Khan cambogiana (1999) e i contrasti di colore di un ragazzo seduto su una sedia dell'Ethiopia di oggi (2013).

Operai su una locomotiva a vapore, India, 1983 © Steve McCurry

Una mostra curata da Biba Giacchetti e Peter Bottazzi, promossa da Nuova Villa Reale di Monza SPA, che ha realizzato i restauri del Corpo Centrale della Villa ed oggi ne è concessionaria in collaborazione con il Consorzio Villa Reale e Parco di Monza, istituito dalle Amministrazioni pubbliche e in particolare da MIBACT, Regione Lombardia, Comune di Milano, Comune di Monza e Confindustria Monza e Brianza.

Steve McCurry, Oltre lo Sguardo è organizzata e prodotta da Cultura Domani, Civita per la gestione dei servizi di accoglienza e assistenza alla visita della Villa Reale, avvalendosi dell’importante sostegno di Jacob Coehn (brand veneto sinonimo di Jeans “couture” ) e Lavazza, del supporto di Epson e della media partnership di Corriere della Sera e LifeGate.

Bambini della tribu? Kara che guardano attraverso le finestre, Omo Valley, Ethiopia, 2013 © Steve McCurry

Una mostra che si presta a parecchie considerazioni e riflessioni, ospitata nel Secondo Piano Nobile della Villa Reale di Monza (Viale Brianza, 1)
dal 30 ottobre 2014 al 6 aprile 2015
da Martedì a venerdì, dalle ore 10 alle 18.
Sabato, domenica e festivi, dalle ore 10 alle 19.
Lunedì chiuso, fatta eccezione per l'8 dicembre, con apertura straordinaria dalle 10 alle 18.

Foto | Steve McCurry. Oltre Lo sguardo, Courtesy Civita

  • shares
  • Mail