Le batterie del futuro progettate dagli scienziati della Nanyang Technology University

Gli scienziati della Nanyang Technology University hanno sviluppato un nuovo tipo di batterie al litio che si ricaricano in pochi minuti e mantengono la carica per decenni

Le batterie sono la dannazione di qualsiasi dispositivo elettronico. Prendete ad esempio lo smartphone di ultima generazione con schermo enorme e luminosissimo. Peccato che consumi la batteria con una tale rapidità da dover girare sempre tenendo d'occhio le prese di corrente. Le fotocamere certamente non sono così assetate di energia.

Ma può succedere di dover fare delle foto e di rendersi conto che le nostre batterie sono tutte scariche. In questo caso dobbiamo avere la pazienza di aspettare le ore necessarie per la loro ricarica. Nel futuro questo non sarà più necessario. Infatti gli scienziati della Nanyang Technology University hanno sviluppato un nuovo tipo di batterie al litio che si ricaricano in pochi minuti e mantengono la carica per decenni.

Leggi perché è meglio avere le batterie della fotocamera ben cariche prima dei controlli di sicurezza negli Stati Uniti

Canon_Battery

Guarda come Nikon impedisce l'uso di batterie da terze parti

Per l'esattezza il 70% della carica viene raggiunto in soli due minuti e viene mantenuto per oltre 20 anni. Questo vistoso miglioramento delle prestazioni delle batterie è stato ottenuto utilizzando invece della grafite dei particolari nanotubi di biossido di titanio. Il cambiamento nei materiali non solo diminuisce il tempo di carica, ma garantisce anche fino a 10.000 cicli di ricarica, ben al di sopra dei tipici 500 cicli delle batterie attuali.

Purtroppo non si sa quando questa tecnologia verrà utilizzata per fotocamere, smartphones e tutti gli altri dispositivi elettronici in commercio. Consola però sapere che gli scienziati della Nanyang Technology University dichiarano che la loro tecnologia non richiede processi industriali più complessi o costosi, quindi i prezzi al pubblico non dovrebbero aumentare considerevolmente. Speriamo.

Via | PetaPixel

  • shares
  • Mail