Immagini e denaro: pagare i fotografi è un optional?

Licenze Creative Commons Prendo spunto da un post scritto da Michele Trecate sul suo blog "Scrivere con la Luce" per riflettere su un argomento che, con l'avvento del digitale e dei grandi siti di photo sharing, è diventato di grandissima attualità: l'utilizzo a fini commerciali di immagini scattate da fotografi non professionisti. Nel post, Trecate riporta stralci di una e-mail ricevuta da un autore di una futura pubblicazione a fascicoli che richiede una collaborazione a titolo gratuito. Ecco parte dell'e-mail:

[...]
Vengo alla mia richiesta: sarebbe per me molto importante reperire alcune foto (attuali o meglio ancora d’epoca) che riguardino queste [omissis].
Devo dirle però che non siamo in grado di pagare le foto ma naturalmente sulle foto pubblicate apparirà il nome dell’autore.
[...]

La mia domanda è: voi cosa fareste? Sareste contenti di regalare una vostra immagine ad una casa editrice per vedere il vostro nome pubblicato su una rivista o ritenete che sia il minimo che una vostra foto usata a fini commerciali vi sia pagata e giustamente attribuita?
Io, come Michele Trecate, alla prima opzione sono assolutamente contraria. Anche perché sta prendendo piede l'abitudine, da parte di diverse realtà, di utilizzare fotografi non professionisti e amatori per avere una copertura totalmente gratuita di eventi di ogni genere.

Facendo leva sull'importanza dell'evento, piuttosto che sul narcisismo di fotoamatori che non comprendono a pieno il valore del loro lavoro (e aggiungerei del loro tempo), molte aziende hanno così a disposizione materiale (spesse volte di qualità) a costo zero e con la cessione di tutti i diritti da parte del fotografo (quasi sempre condizione necessaria per accedere a questi eventi).

Questa condotta ovviamente danneggia gravemente il mercato fotografico, in quanto il fotografo professionista è costretto a svalutare il suo lavoro per riuscire a venderlo (perché spesso viene preferito il costo basso alla qualità), mentre il fruitore di immagini si ritrova sempre più raramente di fronte a immagini di qualità relegate spesso a pubblicazioni di nicchia.

  • shares
  • Mail
17 commenti Aggiorna
Ordina: