Storie brevi di Paolo Ventura

Storie brevi di lanciatori di coltelli, uomini che scompaiono, maghi, giocolieri, soldati, cacciatori e bambini, al confine tra messa in scena della memoria e della fantasia.

“Nel settembre del 2011 mentre rifacevo il tetto del mio studio è crollato un pezzo. Improvvisamente un angolo buio della stanza si è illuminato. L’inaspettata fonte di luce esposta a nord mi ha fatto venire voglia di creare questi piccoli teatri e di animarli” - Paolo Ventura

Con una fantasia nutrita sin dall'infanzia dagli avventurosi mondi illustrati dal padre, lo 'spirito libero' della nonna e un fervente temperamento creativo, Paolo Ventura continua a tessere trame poeticamente nostalgiche con abili messe in scena che ricorrono a pittura, fotografia ed installazione per spingersi al confine con la logica della realtà e quella della finzione.

l'uomo che scompare, 2014

Set abilmente dipinti e ri-costruiti in studio per mettere a nudo l’orrore della guerra, rielaborando le memorie della nonna o quelle dei conflitti quotidiani, raccontare l'inverno o sbirciare dietro le mura, sino alle “Storie brevi” di lanciatori di coltelli, uomini che scompaiono o finiti in una valigia, maghi, giocolieri, soldati al fronte, cacciatori e bambini, che potete sbirciare nella gallery e sulle pagine social dell'eclettico artista.

(function(d, s, id) { var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) return; js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "//connect.facebook.net/it_IT/all.js#xfbml=1"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs); }(document, 'script', 'facebook-jssdk'));

Storie deliziosamente surreali, di memorie familiari e letterarie, messe in scena da se stesso con la complicità della moglie, il figlio e il fratello gemello, fotografati e inseriti sui fondali dipinti, giocando con la prospettiva, la fantasia e le potenzialità della fotografia.

(function(d, s, id) { var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) return; js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "//connect.facebook.net/it_IT/all.js#xfbml=1"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs); }(document, 'script', 'facebook-jssdk'));

Storie brevi raccontate dalle dodici serie fotografiche (con circa sessanta immagini) esposte per la prima volta alla Galleria del Cembalo di Roma (Largo della Fontanella di Borghese, 19), insieme ad alcuni bozzetti preparatori, qualche costume e dei fondali dipinti, utilizzati dall’artista milanese per la creazione delle scenografie in cui ambienta i suoi racconti.

il lanciatore di coltelli, 2013

La mostra curata da Paola Cavazza e Donatella Pistocchi, aperta dal 21 novembre 2014 al 24 gennaio 2015:

mercoledi?, giovedi? e venerdi?: 17.00 - 19.30
sabato: 10.30 - 13.00 e 16.00 - 19.30
lunedi?, martedi? e le mattine di mercoledi?, giovedi? e venerdi?: apertura su appuntamento.


Foto | Storie brevi di Paolo Ventura, Courtesy Galleria del Cembalo

  • shares
  • Mail