Nikon D800: un sensore normalissimo

Sensore Nikon D800

Il lancio della nuova reflex full frame Nikon D800 è stato accompagnato da forti polemiche, legate nello specifico all'elevata risoluzione del sensore, pari a ben 36 Megapixel. In molti infatti hanno sollevato dubbi su come si sarebbe comportata alle alte sensibilità, in particolare in relazione al rumore digitale. In realtà se andiamo ad analizzare bene i numeri si tratta di un sensore normalissimo.

Iniziamo quindi a buttare giù un po' di cifre:


  • Nikon D800 , sensore 24x35.9mm, risoluzione 36.3 Megapixels:
    pixel pitch pari a 4.88 microns

  • Nikon D7000, sensore 23.6x15.6mm, risoluzione 16.2 Megapixels:
    pixel pitch pari a 4.78 microns

  • Canon 7D, sensore 22.3x14.9mm, risoluzione 18 Megapixels:
    pixel pitch pari a 4.3 microns

  • Olympus E -P3, sensore 13x17.3mm, risoluzione 12.3 Megapixels:
    pixel pitch pari a 4.24 microns

In pratica la dimensione del singolo pixel della Nikon D800 è comunque anche se di poco maggiore a quella delle fotocamere APS-C attualmente sul mercato. Quindi nella peggiore delle ipotesi non possiamo aspettarci prestazioni ad alti ISO peggiori a quelle dei modelli sopracitati. Gli unici veri problemi possiamo aspettarceli sul fronte archiviazione: dato che la risoluzione è esattamente il triplo di quella della generazione precedente, c'è da prevedere l'acquisto di schede di memoria e di una postazione informatica adatta a gestire una mole di informazioni giustamente triplicata.

Altro indiscutibile problema, ma dipende dal proprio portafoglio, è il prezzo. La Nital ha infatti appena annunciato prezzi e disponibilità in Italia: Nikon D800 con Compact Flash 8gb 400x a 2.900 Euro, nei negozi da fine Marzo, Nikon D800E con Compact Flash 8gb 400x a 3.200 Euro, nei negozi da fine Aprile.

Via | Nikon Rumors

  • shares
  • Mail
54 commenti Aggiorna
Ordina: