Sony A7s, prima presa di contatto della mirrorless full frame adatta alla notte

In occasione dell'evento Sony a Trento ho potuto provare per qualche ora la mirrorless full frame Sony A7s, ben nota per la sua capacità di lavorare ad ISO elevati

Quando è stata annunciata la Sony A7s mi sono detto: finalmente! Finalmente un'azienda ha messo in catalogo una nuova fotocamera che non corre dietro ad un numero sempre più elevato di pixels, bensì ad una qualità immagine elevata anche a valori ISO finora considerati pura fantascienza.

Ho avuto la possibilità di provarla durante l'evento Sony a Trento. Ho scattato tenendo gli ISO impostati a metà scala. Questo per poter scattare nella penombra di un locale ma senza spingere al limite l'elettronica della fotocamera. Per qualsiasi altra fotocamera il "metà scala" sarebbe intorno ai 1600 ISO.

Sony A7s, prima presa di contatto

Per la Sony A7s questo valore è invece sui 25600 ISO, dato che il valore massimo è a ben 409600 ISO. Un valore che mi ha permesso di scattare con tempi di assoluta sicurezza, come 1/400s, in penombra ed usando il Vario-Tessar T* FE 16-35 mm F4 ZA OSS, un'ottica eccellente ma non molto luminosa.

Come potete vedere dagli scatti in galleria, la maggior parte dei quali realizzati in interni oppure in notturna, la qualità immagine è sempre elevata. In alcuni scatti si nota il rumore, ma sotto forma di una grana fine e coerente dal punto di vista cromatico. Restando in tema di rumore, ho particolarmente apprezzato l'otturatore elettronico.

Sony A7s, prima presa di contatto

Attivando questa modalità si evita il rumore provocato dalle tendine metalliche: lo scatto diventa infatti del tutto impercettibile. Una vera manna per chi ama scattare con discrezione. Ho invece qualche difficoltà dal punto di vista dell'ergonomia: lo Zeiss che avevo in prova è infatti un po' pesante e sbilancia in avanti la fotocamera.

La soluzione al problema è ovviamente fornita dall'impugnatura verticale opzionale, che ho potuto provare sulla sorella maggiore Sony A7r. Maggiore in termini di risoluzione, perché come detto in apertura la Sony A7s è unica nel suo genere per capacità di lavoro alle alte sensibilità.

Sony A7s, prima presa di contatto

  • shares
  • Mail