"Il mondo alla fine del mondo": la Patagonia in mostra a Parigi

Immagini della Patagonia
La Patagonia resta nell'immaginario collettivo un pezzetto di "mondo alla fine del mondo", che ondeggia tra i racconti mitici degli esploratori, e le durature leggende che hanno alimentato. Dai suoi abitanti, presunti giganti dalle solide corporature, secondo la testimonianza di Antonio Pigafetta (geografo e navigatore italiano al seguito di Magellano), alle immani forze di una natura selvaggia ed indomita, passando per una fauna straniera e inquietante. Ogni elemento di questa terra lontana evoca fascino e terrore, e cattura, con la sua innegabile singolarità, ancora oggi l'attenzione, incarnando perfettamente quel principio che sta dietro la nascita di ogni esposizione.

Testimonianze di un angolo di storia e di cultura in via di sparizione... ecco cosa sono gli scatti riuniti in occasione della mostra parigina "Patagonia. Immagini della fine del mondo". I cliché in questione, tratti dallo straordinario fondo fotografico della missione scientifica di Capo Horn, aprono uno squarcio inatteso e sconvolgente sulla realtà osservata e documentata dalla spedizione francese, che si avventurò nel periplo dell'estremità meridionale del continente americano tra il 1882 e il 1883, documentando l'incontro con la tribù nomade dei Yamana, i cui volti, di una bellezza sconvolgente, racchiudevano la ricchezza e la consapevolezza di un etnia al crepuscolo. Ultimo baluardo di una civiltà che ci è estranea, ma che si conserva in parte nelle tirature originali delle foto di Martin Gusinde, sacerdote ed etnologo sostenitore delle inchieste di terreno, che riuscì ad immortalare la misteriosa cerimonia alla quale ebbe modo di partecipare in prima persona. Iniziato tra gli iniziati, catturò stralci unici di una delle ultime manifestazioni dell'arcano Hain, passaggio all'età adulta presso i Selk'nam, spettacolare rituale di corpi nudi e dipinti che si stagliavano sul biancore della neve.

Immagini della Patagonia
Immagini della Patagonia
Immagini della Patagonia
Immagini della Patagonia
Immagini della Patagonia

Prima l'uomo, poi la natura. Dopo essersi concentrato sulle ultime "reliquie" e sulla progressiva sparizione delle popolazioni di nativi, il percorso espositivo ritorna agli immensi scenari incontaminati, restituendo agli spettatori "l'incanto selvaggio" dei ghiacciai e delle immense piane che preludono all'Antartico, per finire in bellezza con le "interpretazioni contemporanee" di tre artisti dell'immagine. Il paesaggi poetici e quotidiani del cileno Rodrigo Gomez Rovira; la rivisitazione dell'eldorado della francese Faustine Ferhmin e le distese disabitate della Terra del Fuoco, secondo l'argentino Esteban Pastorino.

Via | quaibranly.fr

Immagini della Patagonia
Immagini della Patagonia
Immagini della Patagonia
Immagini della Patagonia

  • shares
  • Mail