Studio Villani di Bologna: 100 anni di fotografia industriale del Made in Italy

Gli scatti d'archivio del più importante atelier fotografico italiano del '900, tra industria, arte e storia.

 Studio Villani, Monumento ai partigiani, opera di Piero Bottoni situata nel Cimitero del monastero della Certosa, Bologna, 1955 ca

Negli sfolgoranti anni '60 anche i cavalli delle giostre partivano al galoppo dalle fabbriche del made in Italy, l'universo di plastica si preparava a conquistarci attraverso le mani delle massaie pronte a cambiare ritmo al focolare domestico, mentre la tagliatella fatta in casa lasciava il posto a quella venduta in serie, il Vermut della Martini si ammantava di tutte le misteriose aspettative della pubblicità.

La quotidianità e la storia produttiva di un paese che gli obiettivi dello studio Villani di Bologna hanno raccontato e documentato insieme alla ripresa economica ed industriale, l’organizzazione del lavoro, le nuove strutture industriali, le attività commerciali e produttive, di Bologna e dell'Emilia come a livello nazionale.

Studio Villani, Macchina per la fattura delle tagliatelle, pastificio La Bazzanese, Bologna, 1964

Uno studio aperto da Achille Villani nel 1914 al civico 24 di via S. Stefano, anche se fondato ufficialmente nel 1921 insieme al figlio Vittorio come studio Achille Villani & Figli, che sino alla metà degli anni '80 ha continuato a documentare e conservare la fotografia industriale del nostro paese, inquadrando la nascita e la crescita di oltre 7.000 aziende italiane, con un patrimonio iconografico di oltre 670.000 fotografie, per la maggior parte conservate a Firenze nell'archivio della Fratelli Alinari.

Immagini di nastri d'alpacca immortalati come opere d'arte dell'era metallurgica, di vita quotidiana delle persone comuni e di quelle illustri, di riprese del secondo conflitto mondiale e opere di documentazione su arte, architettura, storia, tradizioni, sport e tempo libero, teatro e spettacolo, moda, trasporti e pubblicità, in mostra e nelle pagine del catalogo distribuito da Fratelli Alinari.

Studio Villani, Nastri d'alpacca della S.M.I. Società Metallurgica Italiana (oggi Kme Group S.p.A.), Firenze, 1965 ca

Fotografie che a 100 anni dalla fondazione dello Studio Villani di Bologna, e di un momento storico che ha bisogno di ricominciare a rinascere
e produrre, sono protagoniste di una grande mostra dedicata al più importante atelier fotografico italiano del XX secolo, presentata dalla Fratelli Alinari presso il Museo del Patrimonio Industriale di Bologna, prorogata sino al 26 Aprile 2015.

Foto | Studio Villani di Bologna, Courtesy Fratelli Alinari

  • shares
  • Mail