MIA Fair Milano 2015: programma e novità, dal 10 al 13 aprile

Programma, ospiti e novità della quinta edizione del MIA Milan Image Art Fair, da venerdì 10 a lunedì 13 aprile 2015

Come anticipato da tempo, rispetto alle edizioni precedenti (nel video) la fotografia del MIA Milan Image Art Fair 2015 cambia tempi e sede, insieme ai modi di guardare, vivere e avventurarsi in un aggregato di saperi, progetti e ragionamenti visionari, pronti a mettere a frutto l’interpretazione dei segni sparsi e disconnessi di un linguista e semiologo come Roland Barthes, con un ricco e variegato palinsesto tessuto dal cross-disciplinary curator Gianluigi Ricuperati.

Da venerdì 10 a lunedì 13 aprile 2015, il centro polifunzionale del rinnovato quartiere di Porta Nuova Varesine, accoglie i protagonisti di questa quinta edizione della fiera dedicata alla fotografia ideata e diretta da Fabio Castelli.

Sebastia?o Salgado, Siberia, Russia, 2011, stampa ai sali d’argento, cm 60x90, courtesy Sebastia?o Salgado  Contrasto Galleria, Milano

145 espositori, tanti fotografi di fama internazionale, due premi acquisto (Premio BNL Gruppo BNP Paribas e Premio My Lifestyle), per nutrire un programma ben più ricco che spazia dal confronto con i grandi festival europei di fotografia ai talk ispirati dal centenario della nascita di Roland Barthes, nel trentacinquesimo anno della pubblicazione de “La camera chiara”.

Dalla rilettura di questo saggio fondamentale per definire l’estetica dell’immagine nella contemporaneità, muove il progetto di incontri che sabato vedrà l'influente critico d'arte Hans-Ulrich Obrist, commentare alcuni passi del saggio insieme alla critica di design Alice Rawsthorn.

Nicolo' Quirico, Parigi, La Voliere, 2015, stampa fotografica su collage di pagine di libri d'epoca, cm 130x130x4,15, courtesy Costantini Art Gallery

Lo sguardo attento al passato arriva in mostra con il “Tempo ritrovato – Fotografie da non perdere. Il Quarto Stato e il territorio di Volpedo nelle fotografie del fondo Giuseppe Pellizza”, a cura di Daniela Giordi e le opere che hanno arricchito l’Archivio Pellizza da Volpedo, come stimolo per la sua pittura.

Ronald Martinez, Nu Divin N1, 2013, fotografia analogica su carta Kodak C-Print, cm 115x165, AP, courtesy Artistocratic

Uno sguardo lento – Il fotolibro d’artista in Italia, a cura di Roberto Maggiori e Danilo Montanari, porta in mostra un arco temporale che va dagli anni Settanta ad oggi, con autori come Olivo Barbieri, Giuseppe Chiari, Mario Cresci, Luigi Ghirri, Guido Guidi, Francesco Jodice, Nino Migliori, Maurizio Nannucci, Roberto Salbitani, George Tatge, Franco Vaccari, Paolo Ventura, Cucchi White, Italo Zannier e Paolo Gioli, protagonista del Padiglione Italia alla Biennale di Venezia 2015. Insieme a loro anche autori più giovani come Jacopo Benassi, BlisterZine, Michele Buda, Giuseppe De Mattia, Alessandra Dragoni, Marcello Galvani, Giulia Marchi, Allegra Martin, Luca Massaro, Armando Perna, Mustafa Sabbagh.

 Francesco Jodice, Capri #10, 2013, stampa c-print su carta Hahnemu?hle, on Alu-Dibond, 100x200 cm, ed. 18 + 1 AP, courtesy Podbielski Contemporary

Non mancheranno i tradizionali momenti di scouting condotti da personalità di livello internazionale e il debutto delle performance, gli incontri sugli aspetti legali che toccano il mondo dell’immagine e un focus dedicato a Expo 2015.

Il portfolio review del CODICE MIA ideato da Enrica Viganò, continua a guardare al futuro, attraverso il contributo del fotografo che sarà scelto per esporre nella sezione Proposta MIA di MIA Fair 2016, e tutti quelli che potranno discutere dei propri con i collezionisti italiani e internazionali come:

Joe Baio, collezionista, New York, USA
Katy Barron, art advisor e curatrice, Londra, UK
Paolo Brodbeck, collezionista e presidente della Fondazione Brodbeck, Catania, Italia
Thierry Cattoir, collezionista, Gent, Belgio
Giorgio Fasol, collezionista, Verona, Italia
Chiara Massimello, consulente Christie's e collezionista, Torino, Italia
Anthony E. Nicholas, collezionista, Los Angeles, USA
Claudio Palmigiano, collezionista, Milano, Italia
Dan Solomon, collezionista, Monarch Beach, USA
Sofia Vollmer de Maduro, collezionista e direttore della Fondazione Alberto Vollmer, Caracas, Venezuela

MIA Fair Milano 2015: nuova sede, nuovo format, dal 10 al 13 aprile

Aspettando la primavera milanese dell'arte e il MIA Milan Image Art Fair 2015, con nuova sede, date e sorprese.

Il maltempo di oggi è ideale per dare uno sguardo a iniziative 'luminose' che sbocciano a primavera, come la nuova edizione della Fiera milanese dedicata alla Fotografia, pronta a cambiare sede, date, in parte anche il format, ampliato in vista dell'Expo2015, e del tema portante “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”, interpretato da più artisti e creativi, presentati dagli espositori negli stand (normalmente monografici) di una sezione dedicata della fiera.

Oltre alla sua singolare caratteristica (unica nel panorama fieristico italiano) con uno stand dedicato ad ogni artista provvisto di catalogo, ampliata dalla possibilità di organizzare mini collettive con progetti curatoriali specifici (purché ispirato ai temi di Expo 2015), il prossimo anno MIA Fair torna a proporre all’interno del suo programma Codice MIA, l'innovativa lettura portfolio dedicata al settore del mercato fotografico con una madrina come Lisa K. Erf, direttrice della JP Morgan Chase Art Collection di New York.

MIA – Milan Image Art Fair 2015

Mentre la Biennale di Venezia anticipa il suo calendario per approfittare degli ospiti internazionali e le opportunità offerte dall'Expo2015, la quinta edizione del MIA Milan Image Art Fair 2015, le sposta dal 10 al 13 aprile, inaugurata di venerdì (non più di giovedì) e protratta sino al lunedì, mentre la città meneghina sarà affollata da appuntamenti artistici del calibro delle mostre (come quella di Juan Muñoz) all’Hangar Bicocca, alla Fondazione Trussardi, Celant in Triennale e con MiArt.

Un cambio di date che si estende anche alla sede, passando dalla storica Superstudio, impegnata dal Fuorisalone al centro polifunzionale The Mall di Porta Nuova, come spiegato dal fondatore e animatore di MIA Fair, Fabio Castelli

“La nostra tradizionale location, quella di Superstudio, a maggio era già impegnata col Fuorisalone. Abbiamo dunque deciso di spostarci in un altro spazio, grandissimo, bellissimo e in pieno centro: The mall, centro polifunzionale che accoglie eventi di aziende e privati, grande 5000 metri quadrati, con 500 posti macchina sotterranei. Si trova in Porta Nuova, nel cuore di un’area in pieno fermento”.

MIA – Milan Image Art Fair
Venerdì 10 Aprile: preview stampa 11.30 (su accredito) | inaugurazione 15.00 (su invito)
Sabato 11 Aprile: 11.00 – 21.00
Domenica 12 Aprile: 11.00 – 20.00
Lunedì 13 Aprile: 11.00 – 21.00

The Mall - Porta Nuova Varesine
Piazza Lina Bo Bardi, 1, Milano
Viale della Liberazione / ang. Via Galileo Galilei
Linea Gialla M3 Repubblica

Foto | CLP Relazioni Pubbliche

  • shares
  • Mail