Masterpieces from the Howard Greenberg collection: da Henri Cartier-Bresson a Dorothea Lange

Grandi fotografie e fotografi in mostra con la Masterpieces from the Howard Greenberg collection, sino all’11 gennaio 2015.

Con la pausa pranzo degli operai sulla trave del grattacielo GE Building del Rockefeller Center in costruzione (senza alcuna protezione), protagonista dell'ormai celebre Lunch atop a Skyscraper attribuita a Charles Clyde Ebbets, dal 1932 continuiamo a contemplare la precarietà che ha edificato la società americana insieme ai suoi grattacieli, il grande e coraggioso sforzo di ricostruzione successivo al crack del ‘29, insieme ad una delle icone più resistenti del vertiginoso skyline della grande mela.

jpg-bgp

Fotografie divenute icone dell'immaginario, quanto il volto di Anne Frank e della depressione nella Migrant Mother di Dorothea Lange, il motore di una nazione e la geografia umana che l'ha edificata negli scatti di Lewis Hine, o la passeggiata di James Dean sotto la pioggia di Times Square, stretto nel suo cappotto, come l’uomo della folla con il volto coperto dalle falde del cappello e tutto quello che negli anni '50 ha attraversato le strade di New York e l'obiettivo del Fotografo Magnum Dennis Stock.

Dennis Stock, James Dean, 1956. Courtesy Howard Greenberg Collection

Solo alcune delle oltre cinquecento opere che ripercorrono l’evoluzione della fotografia sin dalle sue origini, raccolte da più di trent’anni da un collezionista del calibro di Howard Greenberg, direttore della prestigiosa Howard Greenberg gallery di New York.

Un viaggio nella storia sella società dei primi anni del novecento fino alla fine del secolo, raccontata da quella della fotografica con obiettivi del calibro di Edward Steichen e Edward Weston, Berenice Abbott e Diane Arbus, Bruce Davidson, William Klein e Garry Winogrand.

Collezione che dopo il successo riscosso già a Losanna, Parigi e Budapest, resta in mostra al Jewish Historical Museum di Amsterdam sino all’11 gennaio 2015, con la selezione di 150 immagini di Masterpieces from the Howard Greenberg collection, che spaziano dalla Madrid di Henri Cartier-Bresson ai profili della Fifth Avenue di Leon Levinstein, con un’ampia sezione dedicata al lavoro di Walker Evans e Dorothea Lange durante la grande depressione.

 Henri Cartier-Bresson, Madrid, 1933 © Henri Cartier-Bresson/Magnum Photos. Courtesy of Fondation HCB and Howard Greenberg Collection

Foto | Masterpieces from the Howard Greenberg collection, Courtesy of Fondation HCB and Howard Greenberg Collection

  • shares
  • Mail