National Geographic Photo Contest 2014: i vincitori

Il National Geographic Photo Contest 2014 ha selezionato i suoi vincitori tra 9000 candidati, a partire dallo snodo che si illumina nell'oscurità del vincitore Ben Yen.

Un nodo brilla ne buio (A Node Glows in the Dark), Brian Yen / National Geographic 2014 Photo Contest

Grand Prize e Primo premio Persone
Brian Yen / National Geographic 2014 Photo Contest
Un nodo brilla ne buio (A Node Glows in the Dark)

Con il contributo di 9000 candidati, arrivato da 150 paesi per le categorie people, places e nature (persone, luoghi e natura), il prestigioso National Geographic Photo Contest 2014 ha scelto i suoi vincitori.

La giuria di esperti che conta fotografi National Geographic come John Stanmeyer e Erika Larsen, così come il direttore della sezione digitale di Nat Geo, Keith Jenkins, basandosi sulla creatività e qualità fotografica ha decretato come vincitore assoluto dell'edizione 2014 del concorso, Ben Yen, e il suo Un nodo brilla ne buio (A Node Glows in the Dark), scattato in un vagone della metropolitana di Hong Kong.

La fotografia di una ragazza che si distingue dalla folla di volti anonimi dei passeggeri del vagone, illuminata dal bagliore che arriva dallo schermo del suo smartphone, un sorta di 'nodo che brilla nel buio' insieme ad una prospettiva sul dono/dannazione liberatorio della tecnologia che isola e al contempo connette, creando/superando barriere, come spiega il suo autore

«Negli ultimi dieci anni, i cellulari, gli smartphone e i social network hanno cambiato per sempre la nostra esistenza. Anche se questa donna si trova al centro di un treno affollato, la luce calda del suo cellulare dice agli estranei attorno a lei che non si trova davvero lì. È riuscita ad andarsene da “qui” per un breve istante; è un nodo tremolante sul social web, che vaga sulla terra, libero come una farfalla. La nostra esistenza non è più ingabbiata nel “qui” fisico; siamo liberi di correre via, ed è quello che faremo»·

Per il vincitore assoluto è previsto il premio in denaro di 10mila dollari e la possibilità di partecipare all’annuale seminario di National Geographic, che si terrà nel gennaio 2015 al quartier generale newyorkese della rivista, mentre i vincitori di ogni categoria avranno 2,500 dollari ciascuno, insieme alla loro fotografia pubblicata sul prestigioso periodico che spazia tra tempeste e legami tra fratelli, macerie e rifugi segreti, bambini al buio e zebre sull’orlo del cratere, che potete sbirciare anche di seguito, mentre online trovate a anche tutti i contributi.

Primo premio Natura
Nicole Cambré /National Geographic 2014 Photo Contest
La grande migrazione (The Great Migration)
La grande migrazione (The Great Migration), Nicole Cambré /National Geographic 2014 Photo Contest

Uno gnu salta nel fiume Mara nel nord Serengeti, in Tanzania

Primo premio Luoghi
Triston Yeo /National Geographic 2014 Photo Contest
Terme a Budapest (Bathing in Budapest)
Terme a Budapest (Bathing in Budapest), Triston Yeo /National Geographic 2014 Photo Contest

«Andare alle terme a Budapest è una delle attività preferite degli ungheresi, soprattutto in inverno. Siamo stati fortunati a ottenere un permesso speciale per scattare le foto alle terme, grazie alla nostra guida Gabor. Mi piace che tutto sia appannato, a causa della grande differenza di temperatura tra l’acqua calda delle terme e l’aria. Rende tutta l’esperienza più surreale e mistica».
La foto è stata scattata a Budapest, in Ungheria

Menzione d’onore Natura
Henrik Nilsson / National Geographic 2014 Photo Contest
Shoulder Creek
Shoulder Creek, Henrik Nilsson / National Geographic 2014 Photo Contest

«Un gufo di palude selvatico volta la testa per controllare di non aver dimenticato qualcosa dietro di sé. Anche le albanese reali, un altro tipo di rapace, erano a caccia nello stesso campo e spesso rubano una preda uccisa dai gufi».
La foto è stata scattata a Boundary Bay, in Canada.

Mezione d’onore Natura
Maie Kirnmann /National Geographic 2014 Photo Contest
Drago (Drago)
Arte ghiacciata sulla finestra
Arte ghiacciata sulla finestra, Maie Kirnmann /National Geographic 2014 Photo Contest

La foto è stata scattata a Tabasalu, in Estonia

Menzione d’onore Natura
Prashant Meswani /National Geographic 2014 Photo Contest
Un cervo bramisce a Richmond Park
La foto è stata scattata a Richmond Park, a Londra, in Regno Unito
Un cervo bramisce a Richmond Park, Prashant Meswani /National Geographic 2014 Photo Contest

Menzione d’onore Natura
Zik Teo /National Geographic 2014 Photo Contest
Zebre sull’orlo del cratere
Zebre sull’orlo del cratere, Zik Teo /National Geographic 2014 Photo Contest

«Il cratere di Ngorongoro, in Tanzania, è la più grande caldera vulcanica inattiva al mondo. Si tratta di un vulcano crollato che ospita una varietà di animali selvatici che vivono vicini e in competizione gli uni con gli altri. Le zebre sono gli animali più presenti, insieme a gnu, gazzelle, iene e leoni».

Menzione d’onore Persone
Abdullah Alghajar / National Geographic 2014 Photo Contest
Bambini al buio (Children in the darkness)
Bambini al buio (Children in the darkness), Abdullah Alghajar / National Geographic 2014 Photo Contest

La foto è stata scattata a Termain, in Siria, e ritrae bambini disabili in tempo di guerra.

Menzione d’onore Persone
Mattia Passarini /National Geographic 2014 Photo Contest
Biltigiri
Biltigiri, Mattia Passarini /National Geographic 2014 Photo Contest

«Il capo dei Ramnami a Chhattisgarh, in India. I Ramnami si tatuano il nome del dio Rama sul corpo. I Ramnami sono una setta dei paria (gli “intoccabili”). Fondata attorno al 1890, la setta è diventata una forza dominante nella vita religiosa della zona. I tatuaggi sono il risultato della loro devozione e sono considerati anche un dono e un riconoscimento da parte del dio Rama».
La foto è stata scattata a Chhattisgarh, in India

Aytül AKBAŞ / National Geographic 2014 Photo Contest
La tempesta (The Storm)
La tempesta (The Storm), Aytül AKBAŞ / National Geographic 2014 Photo Contest

«Stavo facendo una foto a mio nipote, quando è arrivata una tempesta e sono riuscito a catturare questo bel momento».
La foto è stata scattata a Kocaely, in Turchia.

Menzione d’onore Persone
Tyler G / National Geographic 2014 Photo Contest
I miei fratelli ed io (My brothers and I)
I miei fratelli ed io (My brothers and I)Tyler G / National Geographic 2014 Photo Contest

«Nel nostro viaggio per Miami abbiamo attraversato questo paesaggio sulla Blue Ridge Parkway. Ci siamo riposati su questo crinale che si affaccia sulle montagne. Anche se abbiamo discusso parecchio per tutto il viaggio, qui ci siamo ricordati cosa vuol dire essere fratelli».

Sergey Ponomarev / National Geographic 2014 Photo Contest
Homs distrutta (Destroyed Homs)
Homs distrutta (Destroyed Homs), Sergey Ponomarev / National Geographic 2014 Photo Contest

«Uccelli sorvolano le case distrutte nel quartiere di Khalidiya a Homs, in Siria. Nel vasto silenzio del centro della città in macerie, ci sono grandi zone dove non si muove niente. Poi improvvisamente, il vento muove una tenda strappata, gli uccelli si alzano in volo».

Menzione d’onore Persone
Nick Riley /National Geographic 2014 Photo Contest
Bagni di fango nel Mar Morto (Dead Sea Mudbathing)
Bagni di fango nel Mar Morto (Dead Sea Mudbathing), Nick Riley /National Geographic 2014 Photo Contest

Persone in cerca dell’eterna giovinezza si ricoprono del fango ricco di minerali del Mar Morto, in Israele

Menzione d’onore Persone
K /National Geographic 2014 Photo Contest
L’ora del tè nel rifugio (Tea Time in the Hut)
L’ora del tè nel rifugio (Tea Time in the Hut), K /National Geographic 2014 Photo Contest

«Una chiacchiera con una bambola in una scatola di plastica, non una bella immagine di per sé. Ma con quella fetta di luce, sembra una bolla inventata per sognare in un mondo immaginario».
La foto è stata scattata a Parigi

Menzione d’onore Persone
Roberto Fiore / National Geographic 2014 Photo Contest
Attesa (Waiting)
Attesa (Waiting), Roberto Fiore / National Geographic 2014 Photo Contest

«Aspettava a letto, perso nei suoi pensieri, mentre sua moglie preparava il pane da far benedire per l’eucarestia ortodossa».
La foto è stata scattata nella cittadina di Sarbi, in Romania.

Menzione d'onore Persone
Adam Birkan / National Geographic 2014 Photo Contest
Capriccio (Temper)
Capriccio (Temper), Adam Birkan / National Geographic 2014 Photo Contest

Una bambina ha uno scatto d'ira in un centro commerciale di Bangkok, giugno 2014.

Peter Franc / National Geographic 2014 Photo Contest
Tokyo – Stazione di Shinagawa (Tokyo – Shinagawa Station)
Tokyo – Stazione di Shinagawa (Tokyo – Shinagawa Station), Peter Franc / National Geographic 2014 Photo Contest

«Ho fatto una levataccia per arrivare in tempo al mercato del pesce di Tsukiji, a Tokyo. Con tutte queste cose fantastiche da vedere in città avevo dormito a malapena ed ero sceso alla stazione sbagliata. Le persone continuavano a passare nella stazione. Ho adocchiato una caffetteria con un punto di vista dall’alto e ho scattato un po’ di foto, tenendo la macchina fotografica appoggiata sul davanzale. Dopo la botta di caffeina, ero pronto ad affrontare quel fiume di gente».

Archna Singh / National Geographic 2014 Photo Contest
Potenza muscolare
Potenza muscolare, Archna Singh / National Geographic 2014 Photo Contest

«Questa lotta giocosa tra due giovani tigri è stata un’opportunità durata esattamente 4-5 secondi. I cuccioli erano seduti fra l’erba durante l’avvicinamento del crepuscolo, quando improvvisamente una di loro si è avventata sull’altra, scatenando questa incredibile scena».
Località: Parco nazionale Bandhavgarh a Madhya Pradesh, in India

Christian Miller / National Geographic 2014 Photo Contest
Grande Barriera Corallina
Grande Barriera Corallina, Christian Miller / National Geographic 2014 Photo Contest

«In una giornata ventosa dopo un ciclone mi trovavo a nord della Grande Barriera Corallina, quando ho incontrato questo Napoleon Wrasse che nuotava in una marea di piccoli pesciolini colorati».
Località: Cairns a Flynn Reef, in Australia

Foto| National Geographic Photo Contest 2014
Via | National Geographic - Mashable

  • shares
  • Mail