Pixel Trade di Shantanu Starick: l'arte di vivere di fotografia senza spendere soldi

Viaggiando nei setti continenti con Shantanu Starick scambiando fotografia con quello che serve per vivere.

Vivere di sola fotografia piacerebbe ad ogni fotografo che conosco (e io ne conosco tanti), vivere senza dipendere dal denaro praticamente a tutti, ma a quanto pare, qualcuno ogni tanto ci riesce anche, restituendo lustro e vigore alla pratica del baratto.

In ogni caso, Pixel Trade sembra essere il progetto ideale per provarci, visto che per due anni ha permesso a Shantanu Starick di viaggiare nei sette continenti del globo, offrendo i suoi servizi di fotografo in cambio di vitto, alloggio e il necessario per vivere, senza ricorrere ad alcuna valuta, nessun contatto, solo la mia macchina fotografica e un sorriso 'ansioso'. 

I am travelling to all seven continents of the globe trading my services as a photographer for life’s basic necessities. No currency, no contracts, only my camera and an eager smile. 
The idea is to reintroduce the bartering system into day-to-day life in a global environment. 
In exchange for my skills as a professional photographer, all I’m asking from each of my subjects is a roof to sleep under, food to keep the stomach happy and a ticket or ride to the next trade. Shelter, food and transport traded for whatever photography work you need snapped. It’s that simple. 

(function(d, s, id) { var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) return; js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "//connect.facebook.net/it_IT/all.js#xfbml=1"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs); }(document, 'script', 'facebook-jssdk'));

Senza alcun pregiudizio per soggetti, committenti e ricompense, Shantanu Starick  ha continuato a viaggiare mettendo il suo obiettivo al servizio di moda e matrimoni, studi di architetti e ristoranti, tra i tanti, chiedendo in cambio un tetto sotto il quale dormire, cibo per mantenere lo stomaco felice e un biglietto o raggiungere la tappa del viaggio successiva.

(function(d, s, id) { var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) return; js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "//connect.facebook.net/it_IT/all.js#xfbml=1"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs); }(document, 'script', 'facebook-jssdk'));

Una vita nomade e avventurosa che per oltre due anni gli ha permesso di fare esperienze sorprendenti, incontrare persone incredibili, collezionando un diario di viaggio a dir poco variegato, dalle visioni fuggevoli della grande mela a quelle della costa di Portland, passando per le foschie di Barcellona e interni di ogni genere, senza ovviamente spendere un centesimo di qualsiasi valuta per nulla.

(function(d, s, id) { var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) return; js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "//connect.facebook.net/it_IT/all.js#xfbml=1"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs); }(document, 'script', 'facebook-jssdk'));

Un viaggio che continua con la speranza di ispirarne altri, insegnando a molti di più a considerare il valore della vita ben oltre quello del portafogli.

(function(d, s, id) { var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) return; js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "//connect.facebook.net/it_IT/all.js#xfbml=1"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs); }(document, 'script', 'facebook-jssdk'));

  • shares
  • Mail