Phone Photography: smartphone per grandi autori

Il viaggio della Phone Photography di grandi autori per odissee alla De Luigi, Trip psichedelici di Nino Migliori e Instgram di Thorimbert, tra i tanti

Aspettando l'elengo delle tappe del Portfolio Italia 2015, il Centro Italiano della Fotografia d'Autore (CIFA) di Bibbiena, nato per volontà della stessa FIAF, si prepara ad accogliere una collettiva di grandi autori alle prese con l'obiettivo dello smartphone.

L’Iphoneography, come l'Hipstamatic prima e VSCO Cam, Snapseed, Eye Em e chissa cosa altro dopo, al ritmo con i produttori di smartphone e mobile photographer di ogni genere e categoria, dopo aver sdoganato il pregiudizio sul mezzo a tutto vantaggio della capacità di “vedere”, continua la scalata al mondo della Fotografia.

Dopo convegni che riflettono sul rapporto tra fotografia, arte e nuove tecnologie, come quello tenuto dal Festival “Futuro presente” di Rovereto lo scorso novembre, Mobile Phone Award entrati tra le categorie dei concorsi come il Sony World Photography Awards, la prima mostra dedicata alla mobile photography in un museo, con il Mobile Photo Now del Columbus Museum of Art dell’Ohio, anche l'Italia riflette sulle potenzialità del mezzo in mano a chi le sa mettere a frutto.

 Stefano De Luigi, iDyssey

Sguardi in grado di utilizzare l'obiettivo dello smartphone per intraprendere iDyssey come quella di Stefano De Luigi e Instgram Trip in bianco e nero con Toni Thorimbert, di cogliere Il Giardino degli Angeli decisamente psichedelico di Nino Migliori, Haiti 'stile Polaroid' come quella di Riccardo Venturi o la Beyrut di Paolo Verzone.

Immagini di progetti che potete sbirciare in questa gallery e saranno in mostra con quelli di Settimio Benedusi, Alberto Bianda, Alberto Bregani, Leonardo Brogioni, Gianni Cipriano, Mario Cresci, Giovanni Del Brenna, Edoardo Delille, Cosmo Laera, Martino Marangoni, Italo Perna/Silvia Tenenti, Efrem Raimondi, Ray Banhoff e Giacomo Traldi.

Phone_Photography, a cura di Giovanna Calvenzi e Claudio Pastrone, sarà al CIFA di Bibbiena (AR), dal 28 marzo al 2 giugno 2015, con un partner tecnico come Picwant, app che consente di pubblicare foto e video realizzati con lo smartphone e di venderli online sul loro sito, soprattuto se avete apprezzato le considerazioni del vice capo di Google sulla 'necessità' di stampare le fotografie nell'era digitale.

Aggiornamento

Il dibattito sulla fotografia al tempo dei fotofonini resta acceso, continuando a nutrire riflessioni e sguardi che arrivano anche dai piccoli obiettivi dei grandi fotografi.

A questo proposito, il programma culturale di 'Perugia Capitale Italiana dei Giovani 2016', si prepara ad ospitare la mostra Phone_Photography, curata da Giovanna Calvenzi e Claudio Pastrone.

Progetti fotografici di grandi autori alle prese con l'uso esclusivo degli smartphone, che annoverano Settimio Benedusi, Alberto Bianda, Alberto Bregani, Leonardo Brogioni, Gianni Cipriano, Mario Cresci, Stefano De Luigi, Giovanni Del Brenna, Edoardo Delille, Cosmo Laera, Martino Marangoni, Nino Migliori, Italo Perna/Silvia Tenenti, Efrem Raimondi, Ray Banhoff, Toni Thorimbert, Giacomo Traldi, Riccardo Venturi e Paolo Verzone.

L'esposizione presentata dal Perugia Social Photo Fest (PSPF), sarà ospitata al Palazzo della Penna (via Podiani 11) del capoluogo umbro, dal 17 dicembre 2015 al 23 gennaio 2016. Il 9 gennaio sarà arricchita anche dalla Tavola Rotonda su “La foto è mobile, La fotografia al tempo dei fotofonini” con gli interventi di Giovanna Calvenzi, Michele Smargiassi, Claudio Pastrone, Antonello Turchetti e Barbara Gemma La Malfa. Il futuro della fotografia è mobile?

Foto | Phone Photography, Courtesy 6Glab

  • shares
  • Mail