Kate Winslet modella per L'Oreal, ma per contratto niente Photoshop

Kate Winslet dice no al fotoritocco, sarà la testimonial di L'Oreal ma nel contratto ha voluto messo per iscritto che non verrà usato Photoshop

(Aggiornamento 27 ottobre 2015)

Kate Winslet è un’attrice bellissima e molto brava che abbiamo conosciuto con il leggendario Titanic ma che negli anni non ha mai deluso, è intensa e meravigliosa ed è anche una donna determinata, forte e di carattere. Kate Winslet è una donna meravigliosa che ha da poco spento le sue prime 40 candeline, è giovanissima ma, come sappiamo, per l’industria della moda non si è mai abbastanza giovani o magri. Kate è stata ingaggiata per la nuova pubblicità della L’Oreal e nel contratto ha voluto messo per iscritto che le sue foto non saranno manipolate con Photoshop.

Nel corso degli anni Kate Winslet ha lamentato più volte il pessimo lavoro di grafici e riviste di moda, già nel 2003 si è scagliata contro GQ che in copertina l’ha resa molto più magra, stessa cosa quando su Vogue le hanno eccessivamente levigato il viso. Che poi, in fondo, se non è una donna da copertina (e non c’è nulla di male in questo!) perché mettergliela e trasformarla in un’altra persona…

Se L’Oreal vuole Kate Winslet dovrà fare a meno di Photoshop, ovviamente nessuna foto può lasciare lo studio del fotografo senza un minimo di intervento, ma quando si dice Photoshop non si intendono le normali regolazioni, ma tutte quelle operazioni di fotoritocco che alla fine trasformano una donna normale in una Barbie uscita dalla scatola.

E! Online ha intervistato Kate Winslet in merito alla clausola del “no Photoshop” e lei ha spiegato:

“Credo che noi abbiamo una responsabilità importante nei confronti delle nuove generazioni, specie delle giovani donne. Vorrei che venisse sempre raccontata la verità su di me e su chi sono veramente in modo che esse possano avere dei modelli forti da seguire. Tocca a noi crescere le giovani donne come persone forti. Questo per me è davvero importante”.

Speriamo che le foto di Kate per L’Oreal siano da stimolo anche per le colleghe e interrompere questi canoni di bellezza irrealistici che a 40 – 50 e 60 anni vogliono le donne con la pelle come una ragazzina di 18 anni. Questo discorso della post produzione eccessiva non riguarda solo l’industria della moda ma anche il “gusto” generale che è lo stesso meccanismo che porta tutti i fotografi a trasformare le ragazze che fotografano fino a renderle irriconoscibili, spesso con risultati tutt’altro che gradevoli.

Kate Winslet si unisce alla giovane modella Zendaya che proprio qualche giorno fa si è lamentata contro una rivista di moda che le ha assottigliato fianchi e busto cambiando del tutto le sue perfette proporzioni.

Fonte | petapixel

Le foto di Beyoncè per L'Oreal prima e dopo di Photoshop

(Aggiornamento 21 febbraio 2015)

In questi giorni abbiamo parlato tanto di Photoshop e di come questo programma sia riuscito a cambiare il modo di concepire l’immagine, non tanto la fotografia ma l’immagine intensa come arte visiva, comunicazione e pubblicità. Photoshop è entrato nelle nostre case insieme alla fotografia ma, soprattutto, è entrato prepotentemente nelle nostre vite con la pubblicità, con la finta perfezione che ci ha imposto, tanto da farla diventare la normalità. Il realtà la colpa non è di Photoshop in quanto programma, ma del mezzo di cui se ne fa uso e abuso, fino ad arrivare a dei punti di non ritorno in cui la realtà patinata e corretta diventa l’unica possibile. Dopo aver visto le fotografie senza fotoritocco di Cindy Crawford, vediamo anche quelle di Beyoncè per L’Oreal prima e dopo Photoshop che hanno fatto discutere parecchio.

Il presupposto dal quale bisogna partire è che Beyoncè è una ragazza bellissima e questo non lo si può mettere in dubbio neanche per un attimo, purtroppo in questo mondo sta passando il messaggio che bellezza è sinonimo di perfezione, ma non è affatto così. Siamo tutti più o meno belli e tutti più o meno perfetti/imperfetti, a prescindere dal fotoritocco!

Le foto di Beyoncè per L'Oreal


Le foto di Beyoncè scattate per L’Oreal nel 2013 hanno fatto il giro del mondo e ci hanno consegnato l’ennesima donna bellissima, perfetta e truccata da diva. In realtà le foto hanno manipolato moltissimo la realtà perché Beyoncè non ha la pelle liscia e perfetta, ha l’acne, l'epidermide brufolosa e lucida. Sicuramente poi la luce dei flash ha amplificato queste imperfezioni che sono evidenziate in modo quasi crudele, con una luce più soffusa e delicata forse il risultato sarebbe stato leggermente diverso.

Beyoncè non ha ancora detto nulla ma è una situazione scomoda anche per lei, ricordiamo che qualche anno fa si è battuta contro H&M, che nella foto della campagna pubblicitaria l’aveva resa molto più magra di com’è nella realtà, obbligando l’azienda ad usare le foto vere, curve comprese. In questo caso la situazione è più delicata perché se le curve sono il suo punto di forza, imperfezioni della pelle e brufoli sono cose che ogni donna cerca di nascondere in ogni modo possibile.

Foto | da Pinterest

  • shares
  • Mail