Casa dei Tre Oci e fotografia: a Venezia tra sguardi privati e momenti decisivi

Uno sguardo a tutte le mostre della rassegna "Tre Oci Tre Mostre, Giudecca Fotografia" alla prestigioso museo d'arte di Venezia

Ogni stagione veneziana offre centinaia di attrazioni ai visitatori della città d'arte lagunare, almeno quante ne contempla il caleidoscopio di sguardi e obiettivi in mostra alla Casa dei Tre Oci.

Il prestigioso museo d'arte dedicato alle esposizioni fotografiche dell'arte contemporanea e del '900, ha appena inaugurato la sua stagione espositiva con la terza edizione della rassega Tre Oci Tre Mostre, Giudecca Fotografia e un percorso visivo che nutre di grande tradizione e linguaggi contemporanei tre piani di mostre che spaziano dal ritratto al reportage, da Francesco Maria Colombo a Gabriele Basilico, da Lisette Model a Stefano Robino, sino al 12 aprile 2015.

Piano Terra

Alba Rohrwacher, attrice, Roma 2013 © Francesco Maria Colombo

Sguardi privati. Sessanta ritratti italiani, ospita al pianterreno il percorso di esplorazione di volti e personalità di Francesco Maria Colombo, con personalità della cultura italiana fotografati nei luoghi e contesti che gli stessi attori, filosofi, musicisti, scrittori e scienziati hanno scelto di offrire insieme alla propria idea di rappresentazione di se stessi.

Un percorso di conoscenza che esplora l’universo di cultura, scienza e arte nel quale si muovono Toni Servillo e Dario Fo, Margherita Hack e Alba Rohrwacher, Valerio Mastandrea o Gillo Dorfles, attraverso le sperimentazioni dell'arte del ritratto messe a punto dal fotografo.

Una mostra accompagnata da un catalogo edito da Skira, con un testo critico di Denis Curti, esposta sino al 12 aprile 2015 come le altre.

Alba Rohrwacher, attrice, Roma 2013 © Francesco Maria Colombo
Allan Bay, Critico gastronomico, Milano 2014 © Francesco Maria Colombo
Dario Fo, Premio Nobel letteratura, Gubbio 2013 © Francesco Maria Colombo
Ferruccio Soleri, attore / actor, Milano 2013 © Francesco Maria Colombo
Gillo Dorfles, filosofo,  Milano 2014 © Francesco Maria Colombo
Toni Servillo, attore / actor, Milano 2013 © Francesco Maria Colombo

Primo piano

Il primo piano, con la mostra “Le gallerie veneziane e la fotografia” in realtà ospita 6 gallerie veneziane che da sempre operano nel campo della fotografia con altrettante mostre, a ciascuna delle quali è dedicata una stanza.

Bugno Art Gallery, nata nel 1991 e situata di fronte al Teatro la Fenice, si occupa di fo- tografia e di arte moderna e contemporanea, proponendo a rotazione, una selezione di lavori di maestri veneziani e stranieri e opere d’arte realizzate in vetro. Luca Campigotto, Paolo Ventura e Andrea Morucchio sono i fotografi scelti per rappresentare la galleria. Il primo veneziano, il secondo milanese operante a New York, due punti di vista diversi accomunati da una sensibilita? particolare verso il tema della guerra. A loro si aggiunge Andrea Morucchio, artista visuale veneziano che, nella fotografia, si e? dedicato prevalen- temente allo still life e al reportage.

 Bugno Art Gallery -Luca Campigotto View from Queens, 2014, Venezi

Ikona Gallery, fondata da Z?iva Kraus nel 1979, lo stesso anno in cui veniva organizzata la rassegna mondiale Venezia ‘79 la Fotografia, e? stata la prima galleria veneziana del set- tore. In questa mostra vengono proposti grandi nomi come Helmut Newton, William Klein, Gisele Freund, Berenice Abbott, Lisette Model, Rosalind Solomon, Barbara Morgan, Adolf De Meyer, Robert Doisneau, Helen Levitt, Ferdinando Scianna, alcuni dei quali proprio dalla galleria furono esposti per la prima volta in Italia. Accanto ad essi, alcuni fotografi emergenti, tra cui il giovane veneziano Davide Weber, nella sfida continua di produrre cul- tura e di superare un approccio meramente espositivo.

Giorgio Mastinu Fine Art Gallery, anonimo

Giorgio Mastinu Fine Art si occupa di arte moderna e contemporanea, spaziando tra disegni, stampe, fotografie, documenti. Qui presenta una serie di fotografie dalla fine dell’800 - inizio ‘900, fino agli anni ’70. Sono tutte immagini anonime, di piccolo formato, raccolte negli anni in diversi paesi. La sfida e? quella di fare fotografia “senza fotografi”, lasciare l’essenziale senza usare grandi formati o nomi altisonanti.

Ikona Galleria - Lisette Model, Circus, New York City 1940

Galleria Michela Rizzo, nata nel 2004, ha inaugurato quest’anno la nuova sede nell’isola della Giudecca, presso l’ex Birrificio. Qui propone una selezione di scatti di Gabriele Basi- lico, artista italiano tra i piu? significativi e riconosciuti a livello internazionale, che metto- no in relazione due momenti significativi della sua ricerca: da un lato la rappresentazione del mondo industriale milanese in un momento di irreversibile trasformazione, alla fine degli anni Settanta, dall’altro la riflessione sulla storia artistica del nostro Paese.

Galleria Michela Rizzo - Gabriele Basilico., 2011, Venezia F.M.R. 0128

La Salizada Galleria nasce nel 2012 con un occhio rivolto al passato, portando a Venezia i prodotti fotografici nati dall’archivio dei Fratelli Alinari, e un occhio al presente, organizzando varie iniziative culturali con artisti contemporanei. Presenta Luisa Menazzi Moretti, una fotografia fatta di frammenti e dettagli dalla consistenza quasi pittorica, ed Elio Ciol. Uno dei più importanti fotografi italiani, che da sessant’anni scrive con la luce, focalizzandosi con particolare attenzione al paesaggio.

La Salizada Galleria, Elio Ciol, Prima del temporale, Lestans 1963

Galleria Upp, con sede nell’isola della Giudecca, alterna nella programmazione progetti che vanno dalla performance alla pittura, dall’installazione alla fotografia, con un’attenzione rivolta alle dinamiche etico-sociali più intime e personali. Qui presenta Michal Martychowiec, artista polacco che riflette sulla memoria individuale, e sulle dinamiche di sedimentazione e trasformazione del ricordo, e Rachele Maistrello, giovane artista veneta che nei suoi lavori porta spesso la fotografia verso la performance.

Galleria Upp - Rachele Maistrello, Untitled (Frieda), 2011

Secondo Piano

Al secondo piano della Casa dei Tre Oci offre l'allestimento di altre tre mostre curate dallo storico circolo fotografico veneziano La Gondola, con Quel che resta del giorno, L’Italia positiva di Stefano Robino e Momenti decisivi.

 Carlo Chiapponi, 2014

Quel che resta del giorno, riprendendo il titolo di un fortunato film di James Ivory, è il tema sul quale partendo dalla memoria personale e la labilità del vivere, si sono concessi una riflessione fotografica i 31 soci del Circolo: Andrea Avezzù, Antonio Baldi, Maurizio Braiato, Aldo Brandolisio, Fabrizio Brugnaro, Lorenzo Bullo, Nicola Bustreo, Dario Caputo, Paola Casanova, Carlo Chiapponi, Maria Teresa Crisigiovanni, Francesco Del Negro, Franco Furneri, Stefania Galluccio, Gianfranco Giantin, Mirella La Rosa, Matteo Miotto, Aldo Navoni, Stefano Pandiani, Sandro Pizzolato, Giovanni Puppini, Alessandro Rizzardini, David Salvadori, Giorgio Semenzato, Massimo Stefanutti, Maurizio Trifilidis, Fabrizio Uliana, Isabella Vegh, Giovanni Vio, Emilio Zangiacomi, Anna Zemella, che potete sbirciare nella gallery a seguire.

 Carlo Chiapponi, 2014
Alessandro Rizzardini 2014
Andrea Avezzu 2014
Dario Caputo 2014
Matteo Miotto 2014
Maurizio Braiato, 2014
Paola Casanova 2014
Stefano Pandiani 2014

Stefano Robino Alla partenza della Cristoforo Colombo 1957

L’Italia positiva di Stefano Robino. Fotografie 1951-1969 offre una retrospettiva del reporter reso celebre dai progetti fotografici dedicati all’ambiente di lavoro e l'Italia industriale della FIAT Grandi Motori.

Stefano Robino Alla partenza della Cristoforo Colombo 1957
Stefano Robino Bimba ai giardini 1959
Stefano Robino In processione 1956

Momenti decisivi, offre invece una rilettura e valorizzazione del reportage attuale, alla luce dei nuovi mezzi di registrazione utilizzati dai vincitori della lettura portfolio che si è tenuta nel gennaio 2014
ai Tre Oci. Ovvero, Faces di Andrea Bianco, i Figli del Vento di Elisa Gambino e Havana di Monia Perissinotto.

Faces di Andrea Bianco, 2013
Faces di Andrea Bianco, 2013
Faces di Andrea Bianco, 2013
Figli del Vento di Elisa Gambino
Figli del Vento di Elisa Gambino
Figli del Vento di Elisa Gambino
Havana di Monia Perissinotto
Havana di Monia Perissinotto
Havana di Monia Perissinotto

TRE OCI TRE MOSTRE / GIUDECCA FOTOGRAFIA
Casa dei Tre Oci

Sguardi privati. Sessanta ritratti italiani
Fotografie di Francesco Maria Colombo

Le gallerie veneziane e la fotografia
Bugno, Ikona, La salizada, Giorgio Mastinu,
Michela Rizzo, Upp

Quel che resta del giorno
Il Circolo Fotografico La Gondola

Foto | Courtesy Civita Tre Venezie

  • shares
  • Mail