Eclissi solare: indicazioni per osservarla e fotografarla il 20 marzo 2015

Aspettando l'eclissi solare del 20 marzo 2015, gli astri del cielo di marzo, la grande marea, con qualche indicazione per osservarle e fotografarle

Chi punta lo sguardo e l'obiettivo al cielo, aspetta il mese di marzo già da un po' per l'elevata concentrazione di fenomeni meteorologici e astronomici che promette di offrire.

Si inizia dal 4 con la congiunzione planetaria che porta una Venere sempre più brillante delle prime ore dopo il tramonto, al fianco di Urano; Saturno sempre più alto sull'orizzonte nella seconda parte della notte; la cosiddetta “maratona del catalogo Messier” che a metà mese consente di osservare in una sola notte ben 110 oggetti celesti, tra ammassi stellari, galassie e nebulose; la cometa C/2014 Q2 Lovejoy osservabile anche con un piccolo telescopio, ma soprattutto il 20 marzo aperto dall'eclissi solare e chiuso dall’equinozio di primavera.

Nella stessa giornata la rivoluzione terrestre intorno al Sole (che si troverà allo zenit dell’equatore) si preparerà a salutare la stagione primaverile (alle ore ore 22:45) e le ore di luce(anche per i fotografi) supereranno quelle di buio, dopo che la luna avrà coperto il disco solare su Russia, Nord-Africa e tutto il territorio Europeo, dove l'attesa non cela l'ansia creata dal rischio che vada in tilt l'intera rete elettrica passata all'energia solare, quando rimarrà senza circa 35mila megawatt.

Gumaca, Manila, 21 maggio 2012, TED ALJIBE/AFP/GettyImages

Anche in Italia, dove purtroppo l'unica eclissi totale del 2015 non si riuscirà ad osservare nella sua totalità, sarà comunque una bella esperienza da osservare e immortalare, tenendo conto degli orari che variano da sud a nord e di alcuni accorgimenti necessari.

    A Palermo l'eclissi inizierà alle ore 9:20 e finirà alle 11:26, dopo il picco delle 10:26.

    A Roma si andrà dalle 9:23 alle 11:42, passando per il massimo delle 10:31.

    A Milano dalle 9:24 alle 11:44 con picco alle ore 10:32.

L'eclissi solare totale avviene in media, solo una volta ogni 375 anni e questa volta sembra proprio che toccherà alle Isole Faroe. In ogni caso online trovate mappe con le regioni di visibilità dell'eclisse, gli orari dei contatti espressi in tempo universale e il percorso della fascia di totalità, mentre i Sun Party organizzati dalla Rete di Astrofili Italiani in tutto lo stivale, consentiranno di osservare l'eclisse an che da noi, con l'aiuto di esperti in piena sicurezza.

Questa fotografia è stata scattata in Egitto all'Eclissi di sole del 28 maggio 1900, quelle della gallery a quelle successive, ma per quanti sono desiderosi di osservare e provare a fotografare la prossima, facendo tesoro di quanto già segnalato in passato e appreso nel frattempo, ricordo innanzi tutto l'importanza di dotarsi di filtri capaci di schermare la quasi totalità della luce solare, per evitare di danneggiare in modo permanente gli occhi e il sensore della macchina fotografica.

Filtri indispensabili durante la parzialità, da togliere durante la totalità, che rendono più indicata la dotazione di almeno due macchine fotografiche e un paio di obiettivi (da 50mm a 1000mm dipende da voi) per fotografare le diversi fasi dell'Eclisse.

Utilizzare il vetrino da saldatore, metodi fai-da-te, lastre del dottore, o ricorrere ai filtri solari che si trovano in commercio per adattarsi all'obiettivo, falserà comunque la resa dei colori.

Testarli prima offre comunque anche il vantaggio di calibrare l'esposizione e la messa a fuoco, alterate dai filtri quando dall'ampio spettro di livelli di luminosità dell'eclisse, capace di ingannano i sensori automatici.

Quezon, Manila, 21 maggio 2012, TED ALJIBE/AFP/GettyImages 2

Lunghi tempi di posa, posizioni di avvistamento su terreni sconnessi, il peso di obiettivi pesanti e l'inclinazione che richiede fotografare il Sole praticamente allo zenit, rendono comunque necessario dotarsi di cavalletto stabile e robusto, possibilmente da collaudare come il resto nel luogo scelto per fotografare l'Eclissi.

Per tutto il resto vi rimando a quanto già segnalato, sperando di arricchirlo con le vostre esperienze da mettere a frutto per le prossime Eclissi di Sole, visibili in Europa e in Italia, il 21 Giugno 2020 (anulare), 10 Giugno 2021 (anulare), 25 Ottobre 2022 (parziale), 29 Marzo 2025 (parziale), 12 Agosto 2026 (totale).

Qualora qualcuno fosse interessato a mettere subito in pratica queste indicazioni, segnalo che Photoworld organizza il contest fotografico Sun day dedicato proprio all'eclissi ed al sole in generale.

Vi dico subito che la partecipazione richiede l'iscrizione a Photoworld e l'invio dei propri scatti dal 20 al 25 marzo 2015, votati dai visitatori del sito entro il 10 Aprile 2015, per decretare i vincitori entro il 15 Aprile 2015, in ogni caso online trovate info e regolamento (https://photoworld.it/sunday_concorso).

contest Sun day Photoworld

Continuando a parlare di fenomeni connessi alla congiunzioni astrali, per chi ha intenzione di raggiungere le coste bretoni della Francia, segnalo anche la grande “marea del secolo” che il 21 marzo 2015 le raggiungerà, puntuale come ogni 18 anni, anche se nell'incantevole Mont-Saint-Michel la grande marea è già iniziata con un mese d’anticipo rispetto al suo picco massimo che crea grande apprensione.

Via | UAI

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail