Tattoos & Rescues: Brian Batista fotografa cani salvati e padroni tatuati contro i pregiudizi

Progetti fotografici da sostenere per combattere i pregiudizi che stigmatizzano la natura di cani e padroni, segnati dalla vita, cicatrici e tatuaggi

Non è la prima volta e non sarà di certo l'ultima, che dedico attenzione a progetti fotografici volti a mostrare la reale natura dei cani più stigmatizzati e quella dei pregiudizi che ne mettono a repentaglio il recupero e l'adozione.

Tattoos & Rescues di Brian Batista ha oltretutto il pregio di estendere lo sguardo e l'obiettivo oltre i pregiudizi che accomunano le persone tatuate con i cani salvati da maltrattamenti e combattimenti.

Il progetto fotografico in progress, iniziato a Birmingham (Alabama) nel settembre 2012, racconta storie di cani trovatelli, con corpi segnati da cicatrici e dai pregiudizi che perseguitano certe razze, insieme a tutti quelli maltrattati, ritenuti pericolosi a causa dei traumi subiti e inadeguati all'adozione.

Tattoos & Rescues © Brian Batista

Storie di cani adottati da uomini e donne che, decidendo di tatuare la storia della propria vita sul corpo, sono destinati ad affrontare pregiudizi analoghi che li associano alle controculture, ben più radicati di mode e tendenze fashion.

Lo stesso fotografo racconta di un suo amico licenziato per aver voluto tatuare sul collo il segno dell'amore per il figlio di 4 anni morto e quanto sia importante mostrare la futilità di questi pregiudizi, invitando conoscere e sostenere chi si batte per combatterli.

Tattoos & Rescues di Brian Batista

“One of my friends got a memorial tattoo on his neck for his 4 year old son that died.  He was fired the next day for having this tattoo which was showing his love for his son with art and self expression.  This is nothing short of bullying, it's not fair and needs to be stopped.  Not all visibly tattooed people are in hate groups, just like not all pit bulls are vicious.  Support your local animal rescue and advocacy groups before judging the animals.  Ask a person why they have the tattoo they do before you judge them.  "Get Educated.  Get Involved.  Make A Difference."

(function(d, s, id) { var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) return; js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "//connect.facebook.net/it_IT/all.js#xfbml=1"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs);}(document, 'script', 'facebook-jssdk'));

Storie come quelle del cucciolo Major, ferito gravemente da altri cani, curato e adottato da Richard Burgess, con un'opinione su quello che è giusto fare in casi del genere, ben impressa sulle nocche.

Il Pit Bull Lilly, salvata da Metro Animal Care and Control e adottata da Steve Lawrence, è diventato addirittura il testimonial del Pit Bull Advocates of the United States che si occupa di proteggere questa e altre razze stigmatizzate, attraverso istruzione e divulgazione.

(function(d, s, id) { var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) return; js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "//connect.facebook.net/it_IT/all.js#xfbml=1"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs);}(document, 'script', 'facebook-jssdk'));

Nel caso del cucciolo Hank adottato da Phil Doster, potete anche approfittare del video backstage che apre questa segnalazione, nella gallery potete sbirciarne altre, mentre online trovate tutte le altre storie che Brian Batista è deciso a fotografare e condividere fino a quando ci riuscirà, estendendo il progetto a molte altre razze.

Tattoos & Rescues © Brian Batista

"While there are several pit bulls featured in TATTOOS & RESCUES the project is all inclusive and I hope to include many different types of animals in the future.  I have heard abuse and prejudice stories from all over the U.S. involving horses, birds, dogs, cats and snakes just to name a few.  This project is listed as a WORK IN PROGRESS and will likely continue until I can't photograph for it any longer."

L'unico modo di combattere i pregiudizi e guardare quello che nascondono, come fa Tattoos & Rescues di Brian Batista, un progetto da condividere e sostenere, magari comprando anche qualche scatto per consentire al fotografo di continuare e raccontare tante altre storie e sradicare i pregiudizi che stigmatizzano la natura di cani e i padroni segnati dalla vita, cicatrici e tatuaggi.


Foto | Tattoos & Rescues © Courtesy Brian Batista

  • shares
  • Mail