Festeggiando i Papà con le foto dei migliori del mondo

Cosa rende un Papà il migliore del mondo? La gallery fotografica (divertente e strappalacrime) di oggi ne offre una vasta gamma

Forse non tutti i padri del mondo fanno il meglio per meritarsi l'amore incondizionato dei loro figli (a prova dei peggiori), ma di certo parecchi ci provano e questo già basta ad eleggerli a diritto nell'olimpo dei migliori, sia che facciano cose straordinarie o solo piccoli gesti quotidiani.

La fotografia ancora una volta ci fornisce le prove con un piccolo album di straordinaria genitorialità, per festeggiare il nostro senza darlo per scontato, anche quando smettiamo di fare lavoretti fai da te, disegni e letterine per dimostrarlo, magari per diventare noi stessi genitori che fanno il meglio che possono per essere i migliori del mondo agli occhi dei loro bambini.

Il settantenne Dick Hoyt e suo figlio cinquantenne Rick, tetraplegico con paralisi cerebrale spastica diagnosticata alla nascita, corrono insieme da un trentennio, ovvero da quando il padre ha scoperto che la corsa alleggeriva l'handicap di suo figlio.

https://imgur.com/gallery/4ApR9Ct

Rick van Beek da anni partecipa al suo triathlon locale con la figlia affetta da paralisi cerebrale (che gli impedisce di camminare, parlare forse anche di sentire), portandola in braccio, in un kayak mentre nuota, su un carrellino mentre pedala e su una sedia a rotelle mentre corre, per fargli sentire la brezza sul viso e il calore del suo amore.

https://imgur.com/gallery/2603g

Lo stesso amore che spinge il cinese Yu Xukang (scatti nel video iniziale) a trovare la forza di attraversare a piedi 18 miglia ogni giorno per portare a scuola il figlio disabile sulle spalle, che ha spinto un padre single come Greg Wickherst a frequentare un corso per imparare a pettinare sua figlia, arrivando al punto di condividerne online segreti, tutorial e acconciature che sembrano rendere molto felice la sua piccola principessa. Così sapete anche di chi è la colpa se da grandi crediamo ancora al principe azzurro.

(function(d, s, id) { var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) return; js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "//connect.facebook.net/it_IT/all.js#xfbml=1"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs);}(document, 'script', 'facebook-jssdk'));

Keith Anderson descrivendosi sul suo profilo social di Twitter è prima di tutto un papà ma basta guardargli i tatuaggi che gli ricoprono il corpo per capirlo, visto che riproducono margherite, cavallucci marini e robot che gli disegna il figlio da quando aveva 4 anni. Una pratica che Keith ha intenzione di estendere sino al momento nel quale il figlio smetterà di disegnare i suoi tatuaggi.

Analoghi segni d'affetto sono impressi sulla pelle di Tanya e Adam Phillips, ricorsi al tatuaggio per riprodurre la vistosa voglia della loro piccola allo scopo di renderla meno traumatica durante la crescita, come ha fatto questo papà tatuandosi in testa l'impianto cocleare che serve alla figlia per udire i suoni del mondo.

https://imgur.com/JuBb8VZ

Il ladre e redditor Gfgrubb, si prodiga per alleggerire il fastidio della sua piccola costretta a portare una benda all'occhio per stimolare il corretto sviluppo dell'altro pigro, disegnando per lei soggetti ludici.

imgur.com:a:Ribhg

Uno dei tanti papà della nostra gallery animata da tanto amore e ironia, piena di signori nerboruti che prendono il tè e mangiano su tavolini giocattolo, paparini che si lasciano pettinare come bambole, mettere lo smalto e i piedi letteralmente in testa mentre dormono.

 https://imgur.com/gallery/o6ja7

Papà che non sono certo supereroi ma non hanno alcun problema a indossare maschere per rendere il rapporto con i figli più avventuroso e decisamente speciale, che si tratti della tuta dell'uomo ragno, o solo un mantello indossato facendo la spesa al supermercato, importa poco. Auguri a tutti i papà, soprattutto quelli che condividono il loro amore per i figli attraverso la fotografia.

imgur.com:gallery:4id5IrE


Foto | Imgur (credits sulle immagini nella gallery)

  • shares
  • Mail