Modo Pocket: il cavalletto da tasca

Manfrotto Modo Pocket 797

Il cavalletto. Croce e delizia di ogni fotografo. Utile ma ingombrante. Non necessario la volta che lo si porta in spalla e totalmente indispensabile quando meno ce lo aspettiamo. Già, quante volte ci è capitato di essere in giro con la nostra compatta la sera (quindi in condizioni di luminosità pessime e con una fotocamera palesemente non adatta) perdendoci delle belle immagini perché non abbiamo trovato un punto di appoggio? Datemi un punto d'appoggio e vi solleverò il mondo, diceva Archimede, ma tranquilli, non è necessario rivolgersi a lui per un aiuto, ci pensa Manfrotto con il nuovo Modo Pocket, che finalmente è sbarcato anche in Italia.

Lontano all'assomigliare ad un cavalletto nel senso classico del termine, il Modo Pocket ha la forma di un piccolo "sgabellino", è in alluminio e pesa 50 grammi per delle misure che lo rendono poco più piccolo di una carta di credito (35x62mm per soli 7mm di spessore). Sulla carta può sopportare fino a 500 grammi di peso ma in pratica sembra reggerne molti di più (su Tutti Fotografi è stato provato con una Nikon D300 più lente per un totale di 2 kg). Le due alette che fanno da gambine sono rivestite in gomma, per una presa sicura ed è dotato di una filettatura da 1/4" che permette di collegare la fotocamera ad un normale treppiedi senza staccare il Modo Pocket. L'altezza massima raggiungibile è di 16 mm.

Interessante la possibilità di alzare in modo assimmetrico le alette in modo da beneficiare di un minimo orientamento della fotocamera. Insomma un simpatico giocattolino per chi vuole regalare alla propria compatta un sostegno di marca. In Italia viene distribuito da Bogen Imaging ed è disponibile ad un prezzo che si aggira intorno ai 25 euro.

  • shares
  • Mail