La Panasonic Lumix GH4 sopravvissuta per tre mesi sul fondo dell'oceano

Il fotografo subacqueo John Ng ha trovato una Panasonic Lumix GH4 perfettamente intatta sul fondo del mare che è stata protetta per tre mesi da una custodia Nauticam


La natura e la tecnologia riescono sempre a sorprenderci, oggi vi racconto la storia di una fortunatissima Panasonic Lumix GH4 che è sopravvissuta per tre mesi sul fondo dell'oceano e ne è uscita intatta e perfettamente funzionante. John Ng è un fotografo subacqueo che lo scorso mese di marzo, durante un’immersione alle coste delle Maldive ha intravisto una fotocamera intrappolata tra le rocce di una grotta.

(function(d, s, id) { var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) return; js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "//connect.facebook.net/it_IT/sdk.js#xfbml=1&version=v2.3"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs);}(document, 'script', 'facebook-jssdk'));

在水底内,這Nauticam GH4 housing確實似是硬珊瑚一般,較難察覺

Posted by John Ng on Giovedì 2 aprile 2015

John Ng è un fotografo subacqueo che fa parte del team Scuba Monster con base a Hong Kong, durante una delle sue immersioni ha notato quella che sembrava essere una fotocamera dentro una cavità profonda 18,5 metri, a causa delle forti correnti ci ha impiegato circa 10 minuti per riuscire a raggiungerla ma, alla fine, ci è riuscito.

(function(d, s, id) { var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) return; js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "//connect.facebook.net/it_IT/sdk.js#xfbml=1&version=v2.3"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs);}(document, 'script', 'facebook-jssdk'));

Tornato in superficie John Ng ha notato che la custodia esterna della fotocamera era ancora perfettamente sigillata e la macchina fotografica come nuova. La Panasonic Lumix GH4 è sopravvissuta per tre mesi sul fondo del mare senza riportare nessun problema, nessun graffio e nessuna infiltrazione di acqua.

(function(d, s, id) { var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) return; js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "//connect.facebook.net/it_IT/sdk.js#xfbml=1&version=v2.3"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs);}(document, 'script', 'facebook-jssdk'));

能夠成功打開Housing..並啓動相机此一刻.........我們大家也為它鼓舞起來並期侍日後....物主與它的再遇

Posted by John Ng on Giovedì 2 aprile 2015

Il fotografo ha contattato Nauticam China per risalire al proprietario della macchina grazie al numero di serie della custodia, alla fine la Panasonic è stata consegnata al suo legittimo proprietario, un fotografo malese che l’aveva persa nel dicembre del 2014.

(function(d, s, id) { var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) return; js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "//connect.facebook.net/it_IT/sdk.js#xfbml=1&version=v2.3"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs);}(document, 'script', 'facebook-jssdk'));

讚嘆 Nauticam Housing 在水内的 耐抗能力...

Posted by John Ng on Giovedì 2 aprile 2015

Storie come questa sono la miglior pubblicità possibile per il marchio Nauticam che ha dimostrato di produrre custodie davvero ottime, ha fatto egregiamente il suo dovere proteggendo la macchina fotografia da urti, acqua, salsedine ecc.

Tutto è bene quello che finisce bene.

Fonte | diyphotography
Foto | Facebook John Ng

  • shares
  • Mail