Art Kane. Visionary: una leggenda in mostra a Modena

L'estate di Modena profuma di leggenda e fotografia visionaria nell'obiettivo di Art Kane

Chi vive in Jazz non ha problemi a riconoscere il valore di questa fotografia in bianco e nero, universalmente nota come "Harlem 1958", scattata per la rivista "Esquire" a ben 57 leggende del jazz, su un marciapiede della 126ma strada di Harlem, alle 10 di un mattino d'agosto del 1958.

Un valore storico tale da ispirare un libro, il documentario da nomination all'Oscar "A Great Day in Harlem" nel 1994 (nel video), il film "The Terminal" di Steven Spielberg nel 2004, oltre alla medaglia d'oro dell'Art Directors Club di New York al suo fotografo, un visionario leggendario del calibro di Art Kane.

art-kane-the-who-1968-life-cover-story-on-the-new-rock-art-kane-archivejpg

L'intrepido sguardo puntato su musica e moda, guerra e razzismo, sesso e misticismo, con un uso innovativo e liberatorio del 35mm, insieme a quello spregiudicato di colore, umorismo e grandangolo, “fuoco selettivo” (con teleobiettivi 180mm e 500mm) e “sandwiches” (montaggio di due diapositive a registro nello stesso telaio 30 anni prima di Photoshop), tale da approfittare del trentennio successivo per travolgere e rivoluzionare la fotografia commerciale e quella di moda, la prospettiva del nudo e quella del ritratto.

“Amo l’aspetto ritualistico del mezzo, il senso embrionico di perdermi nella finestra magica del mirino, l’incredibile gratificazione di trovarmi nel tempio da me stesso creato. Apparivo ridicolo con la mia giacca sulla testa perché nessuno usava coprirsela scattando con una 35mm, ma io amavo quell’alienazione, l’essere totalmente rimosso dal mondo esterno, come se avessi a disposizione un mio piccolo teatro personale”.

ritratto-art-kane-nel-suo-storico-studio-sopra-la-carnegie-hall-a-new-yorkjpg

L'inarrestabile Kane interessato alle sensazioni e gli elementi invisibili, che ha noleggiato un aereo per scattare il ritratto di Louis Armstrong su una sedia a dondolo nel deserto del Mojave, fotografato gli Who coperti dalla bandiera britannica, visualizzato il paesaggio a stelle e strisce di “We The People”, i testi di Bob Dylan e quelli dei Beatles, insieme ad una ricca eredità che continua ad spirare generazioni di fotografi.

"Voglio comunicare gli elementi invisibili in una personalità" Art Kane

Il grande fotografo del XX secolo morto nel 1995 che, a vent'anni dalla scomparsa e novanta dalla nascita, torna a rivivere con il centinaio di fotografie classiche e inedite di Art Kane. Visionary, la mostra a cura di Jonathan Kane, Holly Anderson e Guido Harari.

Art Kane in mostra a Modena

"Art Kane è stato un illusionista, il maestro di un impressionismo fotografico che ancora oggi sollecita emozioni e distilla idee. Venezia è sempre in pericolo, i musicisti rock annunciano sempre l’avvento di un qualche Nuovo Mondo, la solitudine nell’era di Internet è ancora più cosmica, i diritti civili vanno rinegoziati ogni santo giorno, il degrado dell’ambiente ci spinge sempre più rapidamente verso l’estinzione, e Kane, con un’attualità stupefacente, proiettava già tutto questo in un mondo di fantasia che pare amplificare la realtà di oggi. In pochi anni ha rivoluzionato la fotografia, scoprendo tecniche nuove e personalizzandone altre per liberarla dal suo presunto "verismo". La fotografia di Kane è energia pura, vera immaginazione al potere" Guido Harari

art-kane-bob-dylan-1966-mccall-s-feature-on-the-teen-scene-art-kane-archivejpg

Una mostra organizzata e prodotta dalla Galleria civica di Modena e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, in collaborazione con Solares Fondazione delle Arti di Parma e Wall of Sound Gallery di Alba, dal 25 giugno al 20 settembre 2015 al Palazzo Santa Margherita di Modena.

Art Kane. Visionary
25 giugno-20 settembre 2015
Palazzo Santa Margherita
corso Canalgrande, 103
Modena
ingresso gratuito
giovedì e venerdì, ore 17.00-19.30
sabato, domenica e festivi, ore 10.30-19.30
Lunedì, martedì e mercoledì chiuso

"Penso ad Art Kane come ad un colore acceso, diciamo, come un sole color zucca in mezzo ad un cielo blu. Come il sole, Art fissa il raggio del suo sguardo sul suo soggetto, e quel che vede, lui fotografa, e di solito si tratta di un'interpretazione drammatica della sua personalità" Andy Warhol

art-kane-songs-of-freedom-1965-look-for-a-civil-rights-feature-art-kane-archivejpg

Foto | Art Kane. Visionary, Courtesy Galleria civica di Modena

  • shares
  • Mail