Il corpo eretico e l'inquieto vivere di Roberto Kusterle

L'inquieto vivere in mostra con il corpo eretico a caccia di legami profondi e alternative visionarie, fotografato per anni da Roberto Kusterle

I nostri corpi inquieti, divorati dall'ansia di vivere e la paura di 'scomparire', segnati dalle contraddizioni della realtà e le tentazioni della finzione, l'incalzare del tempo e lo smarrimento dello spazio, sono materia viva per l'obiettivo di Roberto Kusterle.

Superfici ideali per palesare le immersioni nel corpo mondo ed il ventre molle dell'esistenza, con sperimentazioni fotografiche in grado di lasciare emergere radici profonde, le spine dei ricordi e la natura degli abbracci, quello che abita gli abissi e le basse maree.

 Roberto Kusterle, abbracci diversi

Un trentennio di ricerche e sperimentazioni che usano gli elementi per ridare forma alla materia, scolpendo corpi e palesando sfumature della psiche, attraverso una meticolosa messa in scena di figure archetipe e la lunga fase di elaborazione in camera oscura che le rende magnificamente contemporanee e conturbanti.

Il viaggio nel corpo eretico a caccia di legami e alternative, in mostra con la prima antologica dell’artista goriziano, dal linguaggio fotografico travolgente, talvolta ironico e sempre visionario, arricchito da una formazione pittorica e delle arti visive che diluisce limiti e confini.

Roberto Kusterle, Galatea

Una mostra che viaggia nei due piani della Galleria Harry Bertoia di Pordenone e attraverso i cicli della ricerca personale di Roberto Kusterle, da ???????? (2004-06) a Mutazione silente (2007-08), dai Segni di pietra (2011-12) ai Riti del corpo (1991-2014) per il primo piano, dai più recenti Mutabiles Nymphae (2009-10) a I segni della metembiosi (2012-13), da Abissi e basse maree (2013) a L’abbraccio del bosco (2014) per il secondo, lungo un percorso espositivo completato dai video d’arte realizzati da Roberto Kusterle con Ferruccio Goia (2008-09).

KUSTERLE. Il corpo eretico, The heretic body, curata da Francesca Agostinelli e Angelo Bertani, è promossa e organizzata dall’Assessorato alla cultura del Comune di Pordenone, in collaborazionecon Associazione culturale “Venti d’arte” di Udine, con il sostegno di Fiuladria Crédit Agricole e Coop Consumatori Nordest, insieme al patrocinio dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, dalla Provincia di Pordenone, dall’Università degli Studi di Udine e dall’Accademia di Belle Arti di Venezia.

KUSTERLE. Il corpo eretico, poster mostra

Le 256 pagine del Catalogo omonimo, edito da Venti d’arte, curato da Francesca Agostinelli, Angelo Bertani e Stefano Chiarandini, si arricchisce le riproduzioni delle opere in mostra con i saggi di Francesca Agostinelli, Mario Benedetti, Angelo Bertani, Valentino Casolo, Guido Cecere, Mario Cresci, Cristina Feresin, Erica Kusterle, Mauro Pascolini, Alberto Princis, Ludovico Dino Rebaudo, Pier Aldo Rovatti, e durante la mostra sarà distribuito al costo promozionale di € 20,00.

KUSTERLE. Il corpo eretico / The Heretic Body
a cura di Francesca Agostinelli e Angelo Bertani
18 aprile – 9 agosto 2015
Inaugurazione sabato 18 aprile 2015 h 18
Galleria Harry Bertoia
Palazzo Spelladi
Corso Vittorio Emanuele II, 60
Pordenone

mercoledì-sabato: ore 15:30 – 19:30
domenica: ore 10:00 – 13:00 e 15:30 – 19:30
lunedì e martedì chiuso

Ingresso
Intero € 3.00, ridotto € 1.00.


Foto | KUSTERLE. Il corpo eretico, Courtesy Studio Esseci

  • shares
  • Mail