I sensori da 52 megapixel per smartphone della società Light

Light è una società della Silicon Valley che lavora a dei moduli che ci permetteranno di avere smartphone con sensori da 52 megapixel

I sensori Light da 52 megapixel

La fotografia da smartphone si evolve molto velocemente, le tecnologie cambiano in fretta e nel giro di qualche anno ci siamo ritrovati dai telefoni con fotocamere da 3 megapixel a modelli che ne hanno più di 40. L’evoluzione non si arresta e nella Silicon Valley c’è una startup che sta lavorando per creare dei sensori per smartphone da 52 megapixel. La società di chiama Light e fino a qualche giorno fa il loro era un sito un po’ anonimo come tanti altri, adesso però qualcosa è cambiato.

Pochi giorni fa il sito MIT Technology Review ha intervistato i ragazzi di Light che hanno svelato a cosa stanno lavorando e quali sono i progetti e le tempistiche per il futuro. Light sta progettando la costruzione di moduli per la fotocamera che dispongono di una vasta gamma di lenti e sensori, combinando le immagini acquisite con questi moduli sarà possibile avere fotografie di altissima qualità senza aumentare le dimensioni del singolo modulo e dello smartphone.

Anche LinX si è occupata di qualcosa di molto simile, Apple l’ha trovata talmente interessante che ha acquisito tutta la società per 20 milioni di dollari. L’intento di Light e di LinX è di avere le prestazioni delle DSRL nella piccola fotocamera dello smartphone.

Sarà possibile migliorare le (scarse) prestazioni dello zoom scegliendo i moduli con cui mettere a fuoco, inoltre sarà usato il sistema di messa a fuoco dopo lo scatto che abbiamo visto per la prima volta nella Lytro.

I moduli e le tecnologie di Light saranno disponibili dalla fine del 2016. È davvero questo il futuro della fotografia mobile? Voi che ne pensate?

Fonte | petapixel

  • shares
  • Mail