Fotografia Naturalistica: inquadra, mostra e sostiene madre natura

La Fotografia Naturalistica inquadra, mostra e sostiene flora e fauna, attraverso workshop, mostre e Foto Festival come Asferico 2015, a Comacchio, dall’Appennino alle Ande, il 1, 2, 3 maggio 2015

La fotografia naturalistica ha il potere di risvegliare quel legame sopito, perduto o spezzato con madre natura, tanto importante per la sua conservazione, quanto per la nostra.

Ogni tanto mi capita di ascoltare il grido indignato di animalisti con fede e certezze incrollabili, scagliarsi contro i fotografi naturalisti, trattati alla stregua di usurpatori di habitat incontaminati e complici del sistema che regola oasi e parchi, ignorando che senza questi e il contributo offerto dalla maggior parte dei fotografi ai programmi di conservazione di flora e fauna, non avremmo più niente da un pezzo, qui in Italia come nel resto nel mondo.

I Momenti, A tu per tu con la Natura © Simone Sbaraglia

Fotografi che sostengono l'universo che fotografano anche con donazioni, mostre e workshop, come Simone Sbaraglia pronto a tornare in Madagascar con Nikon School Travel e condividere la sua esperienza maturata in ogni angolo di mondo con appassionati e aspiranti professionisti.

lupo © Claudia Rocchini

Come la fotogiornalista Claudia Rocchini - docente Nikon School - che da anni organizza mensilmente Tour fotografici dedicati ai principianti in fotografia naturalistica oltre a workshop tematici su avifauna in volo e sul ritratto animale per fotoamatori evoluti, nei Parchi faunistici Oasi di Sant'Alessio in provincia di Pavia e La Torbiera, in provincia di Novara.

Jaguar Attacks Caiman In Brazil's Pantanal Wetlands

Justin Black e il suo “Visionary Wild”, con un workshop di fotografia, anche nel 2016 tornerà nel Pantanal brasiliano per fotografare la comunità di giaguari più grande del mondo, memore degli scatti che hanno fatto il giro del mondo anche grazie a questo video del National Geography, riprendendo da punti di vista diversi l'attacco di un giaguaro ad un caimano sulle rive del fiume.

Per tutti gli altri, appassionati, professionisti e aspiranti tali, in occasione della Primavera slow 2015, Comacchio (Ferrara) si prepara ad inaugurare il mese di maggio con la nona edizione del Foto Festival Asferico 2015 e una tre giorni ad alto tasso di fotografia naturalistica.

Un ricco programma di mostre e incontri per andare dall’Appennino alle Ande con fotografi italiani e internazionali, dai 14 fotografi protagonsiti di “Genius loci” che inquadrano le peculiarità del proprio territorio in Italia e in Europa, all’Islanda documentata dallo svedese Hans Strand, passando per il Madagascar con Iñaki Relanzón.

Tanti laboratori didattici ed escursioni fotografiche nelle Valli di Comacchio accompagnati da fotografi professionisti, workshop fotografici nel Parco del Delta del Po con la possibilità di testare le attrezzature messe a disposizioni da aziende leader del mondo della fotografia, serate natura e proiezioni, il Photofestival di Asferico- AFNI con la premiazione del concorso fotografico 2015 e un occhio e parecchi obiettivi all'EXPO 2015 di Milano, Comacchio ospiterà la premiazione del concorso di fotografia internazionale “Riso….Sor-riso!”.

Un programma che allego di seguito per i più pigri, ricordando che dal 1 al 3 maggio, per la prima volta Comacchio ospiterà anche la mostra mercato del collezionismo di macchine e attrezzature fotografiche, nel cortile interno di Palazzo Bellini.

Foto Festival Asferico 2015: Programma

1, 2, 3 maggio 2015
Palazzo Bellini
Comacchio (FE)

Venerdì 1

10.00 - APERTURA DELLA MOSTRA FOTOGRAFICA - OPENING ASFERICO 2015 PHOTO EXHIBITIONS
16.00 ÷ 16.30 - GENIUS LOCI (Italia)
Quattordici fotografi italiani raccontano la natura. Ogni giorno. Quattordici sguardi, quattordici corrispondenti ciascuno dal proprio territorio, ai quattro
angoli dell’Italia e dell’Europa.

16.45 ÷ 17.45 - STORIE DI ANDE, RANE ED EROI / TALES ABOUT FROG AND HEROES di Emanuele Biggi (Italia)
Una proiezione che mira a illustrare il lavoro di ricerca sugli Anfibi - sempre più minacciati - da parte di alcuni grandi ricercatori, con particolare focus sulla
biodiversità di alcune zone di foresta nebulosa e di foresta Amazzonica Peruviana. Specie che scompaiono, altre che ricompaiono alla vita come dei Lazzaro
di biodiversità e funghi patogeni che davanti all’obbiettivo pongono fine all’esistenza di madri e uova. Una moltitudine di forme animali e vegetali che
rendono questi posti unici al mondo e meritevoli dell’abnegazione di ricercatori che all’autore piace definire “eroi del nostro tempo”.
A presentation that aims to illustrate the scientific work on Amphibians – more and more menaced - by some lead ingre searchers, with a particular focus
on the biodiversity of some cloud forest areas and lowland Peruvian Amazon forest.

18.00 ÷ 19.30 - RACCONTI D’INVERNO / WINTER TALES di Maurizio Biancarelli (Italia)
Un viaggio lungo cinque anni nella stagione fredda, dall’Appennino al Grande Nord. Paesaggi incantati, incontri e storie di animali alle prese con l’inverno,
dai lupi dell’Appennino agli orsi polari del Canada.

Sabato 2

10.00 ÷ 10.45 - GLI ANTICHI GUARDIANI DEL SUD / THE SOUTH ANCIENT GUARDIANS di Vincenzo Mazza (Italia)
Un racconto per immagini, attraverso l’alternarsi delle stagioni, dell’ambiente meraviglioso ed unico delle creste d’alta quota del Parco Nazionale del Pollino,
ove gli ultimi esemplari di Pini Loricati hanno trovato il loro habitat.

11.00 ÷ 12.15 - MADAGASCAR: THE NOAH’S ARK di Iñaki Relanzón (Spagna)
Un tempo il Madagascar era ricoperto da ogni tipo di foresta. Ai nostri giorni, quasi il 90% purtroppo è andata persa insieme alla sua vita naturale. Durante
10 differenti viaggi, l’autore ha documentato la biodiversità di questo luogo, che è ricco e al tempo stesso minacciato e al centro di diversi progetti di
conservazione.

12.30 ÷ 15.20 - Pausa / Break
15.30 ÷ 16.45 - ON ASSIGNMENT PER IL NATIONAL GEOGRAPHIC di Stefano Unterthiner (Italia)
Dalle Terre Australi al Giappone, dal deserto del Thar all’isola di Komodo: uno spaccato del lavoro che Stefano Unterthiner ha realizzato per il National
Geographic, e in particolare al recente incarico sul Parco Nazionale del Gran Paradiso.

17.00 ÷ 18.15 - ICELAND ABOVE & BELOW di Hans Strand (Svezia)
Dal 1995, il fotografo paesaggista svedese Hans Strand ha visitato l’Islanda 20 volte. La raccolta di tutto il materiale islandese si è concretizzata in un libro.
La proiezione presenterà immagini tratte proprio da questo progetto e dal libro stesso.

Competition ASFERICO 2015
Un viaggio attraverso il mondo, alla scoperta di uccelli e mammiferi immersi in magiche atmosfere.
- proiezione audiovisivo con le immagini dei finalisti di Asferico 2015
- premiazione vincitori
- cena di gala invitati e premiati

Domenica 3

10.00 ÷ 13.00 - Assemblea Nazionale AFNI
12.30 ÷ 15.20 - Pausa
15.30 ÷ 16.45 - “AFNI 25°“ multivisione a cura dell’AFNI
Una raccolta di immagini dei soci, su alcuni temi proposti dalle singole sezioni, che in parte hanno contribuito alla realizzazione del numero speciale della
rivista Asferico, a festeggiare il 25° della fondazione dell’Associazione.

  • shares
  • Mail