Incontri di fotografia al confine di regole e linguaggi

Incontri di fotografia al “confine” tra verità e finzione, regole violabili e inviolabili, linguaggi narrativi e documentativi

La Ville Noire The Dark Heart of Europe Giovanni Troilo

Spingersi al confine stimola lo sguardo e la mente ad esplorare nuove prospettive, insieme a frontiere destinate a spostarsi con la rilettura di percezioni, regole e linguaggi.

Una riflessione che il prossimo Photo Don’ts di AnotherStudio ha deciso di innescare spingendosi al confine tra verità e finzione, tra regole violabili e inviolabili, tra linguaggi narrativi e documentativi, insieme al fotografo Giovanni Troilo, il regista Antonello Faretta e il “post produttore” Claudio Palmisano.

L'incontro con “l'Immagine al Confine” che parte, o meglio, segue il dibattito internazionale sul concetto di realtà del fotogiornalismo, profondamente stimolato dal quello su un progetto come La Ville Noire - The Dark Heart of Europe di Giovanni Troilo, con quel che resta del ritorno nella cittadina belga di Charleroi e alle origini della storia di famiglia del giovane fotografo italiano dell’agenzia Luz.

Un reportage che si spinge nel cuore nero dell'Europa e al confine tra realtà e finzione, toccando i nervi scoperti di un sistema di messa in scena della realtà che ha già fruttato al fotografo parecchia attenzione e riconoscimenti, dal primo premio della categoria contemporary issues del World Press Photo 2015, assegnato e successivamente ritirato sull'onda di polemiche e critiche sulle tecniche di messa in scena 'non conformi' alle regole del concorso, a quello di fotografo dell'anno della categoria Persone del Sony World Photography Awards 2015.

Photo Don’ts. L’immagine al confine 2015

Ad animare l'incontro sarà l'esperienza di Troilo, insieme a quella del regista Antonello Faretta che, spiando origini tra le crepe delle macerie di un paese della Basilicata e quelle di una donna, dal 13 al 22 maggio, sarà al Marché du Film del Festival di Cannes 2015 con “Montedoro”, ma anche il talento di un esperto di ritocco come Claudio Palmisano, 'senza il quale molte delle foto dei più celebri fotoreporter del mondo non sarebbero le stesse', universalmente riconosciuto come il miglior “post produttore” italiano e tra i migliori europei, oltre che fotografo freelance tra i fondatori di 10b Photography, docente ISFCI e contributor per The New York Times.

Photo Don’ts. L’immagine al confine, punta a rimettere in discussione i dogmi legati al racconto della “verità”, parlando del conflitto fotocinematografico tra fiction e non fiction, di declinazioni dei linguaggi, analizzando la labilità dei regolamenti tecnici dei concorsi fotografici, approfondendo il valore del patto tra chi racconta e chi è raccontato.

L'Appuntamento è per il prossimo martedì 9 giugno, alle ore 18.00, con un nuovo incontro nella sede di AnotherStudio a Roma (via del Mandrione, 109), ad ingresso libero da prenotare (eventi @anotherstudio.org).

Foto 1 | screenshot
Foto 1 | Courtesy AnotherStudio

  • shares
  • Mail