L'arte stravagante di Wayne Martin Belger


Wayne Martin Belger è un fotografo di 44 anni ed un artista molto particolare.

Wayne utilizza macchine stenopeiche create da sé usando materiali molto diversi, fra cui pietre, metalli, organi umani ed ossa. Per esempio ha costruito una fotocamera che ha chiamato "Terzo Occhio" praticando un buco al centro della fronte di un teschio di 500 anni per impressionare la pellicola. Le foto che scatta tendono a mantenere alcune caratteristiche della mezzo usato per lo scatto.

Le sue fotocamere sono dei veri pezzi d'arte al pari delle foto scattate e vengono esposte insieme per mostrare qual è stata utilizzata per scattare una determinata foto. Il suo metodo di lavoro è molto semplice, dopo aver definito un soggetto crea una fotocamera stenopeica da utilizzare con materiali inerenti agli scatti e che possono variare da semplici metalli fino a gocce di sangue infettato da HIV.



Per completare una fotocamera può essere necessario fino a qualche mese, in cui Wayne mostra le sue caratteristiche da stakanovista andando avanti senza dormire. Solo quando il suo ruolo di costruttore è completato passa finalmente a quelle di fotografo, con strumenti che alla fine possono arrivare a valere anche 240000$.

La passione per la fotografia nacque 9 anni fa quando un amico gli fece vedere come costruirsi in casa una fotocamera stenopeica e da perfezionista decise di creare qualcosa di migliore. Quando vende una fotocamera si accorda anche per poterla riutilizzare in qualsiasi momento gli serva ed in cambio fornisce tutte le presenti e future stampe fatte con quella fotocamera.






























Foto disponibili su gentile concessione dell'autore.
Via | PhoPhoto

  • shares
  • Mail