Olympus Zuiko Digital 25mm 1:2.8, una video recensione

L'obiettivo Olympus Zuiko Digital 25mm 1:2,8 di cui vi avevamo dato l'annuncio in marzo, è molto sottile ed accoppiato con la Olympus E-420 rende la coppia molto leggera e pratica da portare in giro.

La riduzione del formato a quattro terzi trasforma questa lente, nell'equivalente full frame, in un 50mm, lunghezza focale utile per molti tipi di foto. L'apertura massima f/2,8 da molta flessibilità d'uso ed è molto più luminoso delle lenti fornite in kit con altre macchine, il che consente di scattare in condizioni di poca luce senza rischiare il mosso o di dare un piacevole sfumato allo sfondo del soggetto.

Il tappo dell'obiettivo, a differenza di altri, va avvitato, ma dopo poco ci si prende la mano e lo si riesce a togliere e mettere velocemente. Non ruota durante le operazioni di focus e consente di montare filtri da 43mm. Non è venduto con un paraluce, ma è possibile acquistarlo separatamente.

Il giudizio finale è molto positivo perché questa lente compatta e luminosa associata ad una piccola DSLR si può trasportare facilmente ovunque e la sua lunghezza focale lo rende adatto a molti tipi di scatto. Lo sfocato è pulito anche se in alcuni casi è possibile vedere cerchi concentrici all'interno di riflessi.

Ci sono alternative, come il Sigma 24mm f/1,8, che è più luminoso, costa di più, 5 volte più pesante e 3 volte più lungo, oppure il Sigma 30mm f/1,4 che è 4 volte più luminoso, è dotato di HSM, ma è molto più grande e pesante. In ogni caso bisogna scegliere in base alle proprie necessità.

Via | CameraLabs

  • shares
  • Mail