Recensione expoaperture

Expoimaging ExpoapertureNella fotografia ci sono molte cose da tenere in considerazione, come illuminare il soggetto, che velocità dare all'otturatore, ma una delle cose meno semplici è capire esattamente quanta profondità avranno le nostre immagini in base all'apertura.

Certo, volendo si può andare per tentativi, ma richiede molto tempo ed esiste un modo per calcolare la profondità di campo in base all'apertura ed alla lunghezza focale, ed è a questo che serve il disco Expoaperture.

Expoaperture permette di risparmiare tempo con continue prove alla ricerca dello scatto con la giusta profondità ed aiuta a farsi esperienza per arrivare a scattare, un giorno, senza di esso rendendo tutto automatico.

In realtà sono due dischi, uno per le focali da 15mm a 135mm e l'altro per quelle da 70mm a 600mm. Basta impostare il sensore utilizzato dalla propria macchina e poi scegliere l'apertura e la lunghezza focale. Girando il disco si vedrà a quale distanza quanta profondità di campo si otterrà. Oppure si può decidere la profondità voluta e poi lasciare calcolare al disco l'apertura necessaria a quella lunghezza. Può anche rivelarsi utile per decidere quale obiettivo si adatta meglio alle nostre esigenze, permettendoci di scoprirlo in base al tipo di foto che facciamo.

All'inizio potrebbe anche sembrare un po' complicato perché ci sono più modi in cui utilizzarlo, ma non ci vorrà molto per prenderci confidenza e utilizzarlo in maniera proficua per i vostri scatti, pianificando prima dello scatto tutte le varie impostazioni. Sia come strumento di apprendimento, sia come strumento per capire meglio come scattare, quindi, si potrà rivelare molto utile e dal prezzo comunque contenuto di 40$, circa 26€.

Via | Cameradojo

  • shares
  • Mail