Recensione Sigma 70-200mm F2.8 EX DG Macro HSM II

Sigma 70-200

Con questa recensione DpReview conclude la panoramica sulle 4 lenti 70-200 disponibili per reflex di cui abbiamo già parlato in passato.

Questa lente annunciata da Sigma a dicembre 2007 per Canon, Nikon, Sigma, Pentax e Sony ha un nome che descrive nel dettaglio questa lente, EX che identifica la gamma migliore di ottiche Sigma, DG che è stata pensata per le reflex digitali ed, infine, macro perché è in grado di mettere a fuoco soggetti posti ad un solo metro, superata solo dal Tamron, ma molto meglio di Canon e Nikon. In mano da una sensazione di robustezza ed è decisamente meglio rifinita rispetto al Tamron, ma non arriva ai livelli di Canon e Nikon.

Sulle reflex APS-C, la nitidezza è migliore attorno ai 100mm e l'apertura migliore è tra f/5,6 e f/8, ma si comporta bene anche all'apertura massima,soprattutto con le focali più corte. Le aberrazioni cromatiche sono minime a 70mm ed aumentano verso i 200mm, dove si nota il peggior risultato dei quattro concorrenti, mentre la distorsione si mantiene su livelli bassi senza creare grossi problemi. Un vero problema per questa lente è il fuoco che tende a non essere consistente ed infatti in alcuni forum si parla di front-focus a 200mm che nei casi di foto macro può essere importante, mentre nell'uso normale quasi inesistente.

Sulle full frame le prestazioni sono buone, migliori alle focali più corte. La vignettatura è molto bassa e la nitidezza al centro è buona, anche se si notano gli stessi problemi di fuoco di cui si parlava prima. La nitidezza è simile alle APS-C, con una miglior risoluzione al centro ed un po' meno ai lati a f/2,8 - f/4. Le aberrazioni assenti a 70mm si fanno vedere andando verso focali più lunghe. La distorsione si attesta su valori non troppo alti a 70mm, ma a 200mm è decisamente molto alta e potrebbe essere un problema vero.

Il comportamento in caso di riflessi è simile al 70-200 Tamron, ma si notano solamente in casi veramente critici. Il bokeh è buono ma non il migliore della categoria però e presenta anche dei riflessi rosso/ciano nelle zone fuori fuoco.

In conclusione i punti di forza di questo obiettivo sono la qualità buona, la bassa vignettatura anche su full frame, un autofocus veloce, una buona qualità costruttiva ed un prezzo economico, mentre contro ci sono la scarsa qualità a 200mm, una non convincente modalità macro, anche per colpa dei problemi di focus e le aberrazioni rosso/ciano nel bokeh.

Non è all'altezza di Canon e Nikon come qualità complessiva però se non avete problemi con queste limitazioni è un buon obiettivo ad un basso costo e la scelta fra questo ed il Tamron si riduce alla valutazione, rispettivamente, di autofocus di uno contro qualità delle lenti dell'altro.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: