Cos'è la distanza iperfocale?


Qualcuno di voi sicuramente saprà già cos'è la distanza iperfocale o semplicemente iperfocale.

La definizione dice che è la distanza più breve a cui una lente può essere messa a fuoco mantenendo nitido l'orizzonte all'infinito e permette la massima profondità di campo possibile. In pratica è quel punto immaginario che vi consente di scattare quelle foto di panorami in cui praticamente tutto quello che si vede è a fuoco fino a dove si estende lo sguardo.

Ricordate sempre che quando mettete a fuoco in un punto la zona a nitida si estende per un terzo davanti a quel punto e per due terzi oltre. L'iperfocale varia da in base alla lunghezza focale e l'apertura secondo una formula molto semplice, ma per comodità vi riportiamo un sito che offre un comodo calcolatore per eliminare tutti i calcoli.

Alcuni siti offrono delle tabelline già pronte, ma, per semplicità, farete meglio a crearvene una per i vostri obiettivi usando il calcolatore. Probabilmente all'inizio non sarà la cosa più semplici, ma le vostre panoramiche ne guadagneranno. Questo è uno dei 10 motivi per cui vi serve usare la messa a fuoco manuale. Non dimenticate che in questi casi un treppiede può essere molto utile.

Via | Vividlight

  • shares
  • Mail